porto mare spiaggia.jpegSib Confcommercio organizza una grande Assemblea per lunedì prossimo alla presenza dei parlamentari

Grosseto: Un’unica, grande Assemblea organizzata dal Sib Confcommercio per unire le forze e far sentire la voce dei balneari delle province di Grosseto, Livorno e Pisa è in programma lunedì prossimo 6 dicembre a Cecina.
L’Assemblea è programmata per le ore 11.00 presso il Teatro Eduardo De Filippo, via Gian Battista Vico.
Da Capalbio a Marina di Grosseto, da Castiglione della Pescaia a Follonica, dall’Isola d’Elba a San Vincenzo, fino a Marina di Pisa e Marina di Vecchiano, parliamo di circa 400 km di splendida costa e di lunghe spiagge dorate dove gli stabilimenti balneari forniscono un servizio di cruciale importanza per il sistema turistico della Toscana. Insieme a tantissimi operatori del settore, saranno presenti esponenti del Governo e parlamentari.

“La straordinarietà dell’incontro è che allo stato attuale il Governo è già impegnato alla scrittura della legge di riforma – spiegano da Confcommercio Grosseto - ed avremo l’opportunità di conoscere direttamente da costoro il nuovo impianto normativo che ci auguriamo vada incontro ai diritti degli imprenditori balneari, per scongiurare il rischio dell’azzeramento delle concessioni”.
Questi i relatori: il presidente nazionale Sib Confcommercio Antonio Capacchione, la presidente regionale della Toscana Stefania Frandi, i presidenti provinciali di Grosseto, Livorno e Pisa Daniele Avvento, Alberto Nencetti e Fabrizio Fontani.

L’incontro è patrocinato dal comune di Cecina. Modereranno i lavori Gabriella Orlando, direttore di Confcommercio Grosseto, e Federico Pieragnoli, direttore Confcommercio Livorno e Pisa.

“Si tratta di un appuntamento molto importante per il settore – concludono da Confcommercio Grosseto - in occasione del quale verrà spiegato bene il percorso giuridico che il nostro Sindacato balneari sta avviando con l'impugnazione della sentenza del Consiglio di Stato, azione che è stata annunciata dal presidente nazionale Capacchione proprio da Grosseto, in occasione dell’Assemblea elettiva provinciale con la quale è stato eletto Daniele Avvento. In questi giorni è maturata ancor di più nei legali del sindacato la convinzione che questa sentenza così sconcertante, oltre che disconoscere i diritti fondamentali dei concessionari, abbia invaso il potere legislativo e la giurisdizione costituzionale”.