Momenti di paura per un grave incidente di gioco che ha coinvolto il portiere Sangiorgio del Roselle, partita sospesa per 20 minuti.

di  Gianni  Mancini

Grosseto: Roselle, a sopresa, conquista la finale della 46° coppa Passalacqua. Eliminato il Venturina, grande favorito, ai calci di rigore.

E' stata una semifinale intensa dove non sono mancati i colpi di scena e soprattutto momenti di paura per un grave incidente di gioco che ha coinvolto l'estremo difensore del Roselle, Sangiorgio, quando dopo una sua uscita alla kamikase è malamente ricaduto sul terreno perdendo per qualche momento coscienza. Poi l'intervento del medico ed il trasporto all'Ospedale di Grosseto ha tranquillizzato giocatori e dirigenti delle due squadre, si è trattato di un incidente di gioco. Scorreva il 34' del secondo tempo con le due squadre in parità, 1 a 1, la partita è stata  sospesa per 20' minuti.

Il Roselle , sorpresa di questa edizione della Coppa Passalacqua, ha conquistato la finalissima, con pieno merito, riuscendo ad avere ragione del Venturina di Dario Busdraghi mettendo in luce un gioco brioso affrontando il più forte avversario a viso aperto, grazie ad una prestazione ad alto livello, meritando di gran lunga la conquista della finale.
Il Venturina partito di slancio prendendo campo da subito, si e' resa molto pericolosa ma era il Roselle, a sorpresa che al 10' andava in gol grazie a Bargelli.

I livornesi, colpiti nell'orgoglio reagivano creando occasioni ma sulla loro strada hanno trovato un portiere Sangioirgio in gran forma. Nella ripresa in apertura Presta colpiva un palo poi imitato da Fusini, grande pressione del Venturina ad il pareggio nell'aria, con Presta al 15' del secondo tempo, al termine di una bella azione corale. Il Venturina cercava il gol partita, al 34' si consuma la grande paura quando Sangiorgio, protagonista di una spettacolar uscita a valanga si infortuna seriamente ricadendo in malo modo sul terreno di gioco. Tanta paura, il portiere per qualche momento perdeva coscienza ma l'intervento del medico tranquillizzava l'ambiente. Partita sospesa per 20 minuti. Ma il risultato di 1 a 1 non si sbloccava, nemmeno dopo i tempi supplementari, calci di rigore, dove il Roselle era perfetto e alla fine si imponeva per per 6-4.

Grande festa al triplice fischio dell'ottimo arbitro Bonamici. Roselle in finale in attesa di Invictasauro contro Atletico Piombino.


 

 

 

 

 

 

 

VENTURINA: Campai, Bundone (dal 1' st. Presta), Bartolini, Bucciantii, Cavicchi, Neri, Topi (dal 9 s.t.sup Palmieri), Mansani (dal 26 pt. Giacomini), Canapini (dal 25' st.Toninelli), Bertini, Matacera (dal 1' st. Battaglini). A disposizione: Cacialli, Rovini, Palmieri, Presta, Toninelli, Battaglini, Giacomini. Allenatore Dario Busdraghi.

ROSELLE: Sangiorgio (dal 35' st.Acierno), Carraresi A (dall'11' st. Toninelli), Carraresi (dall'11' st.Carbone), Bargelli, Terracciano, Tosti, Schiattarella (dall'8' st sup Arzilli), Marrucci, Fusini, Gobbi, Galli. A disposizione: Acierno, Arzilli, Carbone, Gatti, Rossi, Rum, Scotto, Berardini. Allenatore Miraldo Sabatini.

 

 

 

 

 

 

 


ARBITRO:  Lorenzo Bonamici
ASSISTENTI:  Riccardo Muto, Giacomo Gianneschi

RETI: AL 10' Bargelli, nel st al 32' Presta

ANGOLI: 13 a 3 per il Venturina

AMMONITI:  Carraresi ( Roselli), Giacomini ( Venturina), Gobbi ( Roselle), Bucciantini ( Venturina), Marrucci ( Roselle), espulso Carbone ( Roselle)


(foto Giacomo Aprili)