pre raduno hc castiglione (1).jpgL’accordo sottoscritto con la società del presidente Fabio Tavarelli.

Castiglione della Pescaia: Per la prossima stagione agonistica l’Hockey club Castiglione comunica che porterà sulle maglie il nome di una società di Castiglione della Pescaia, la Blue Factor del presidente Fabio Tavarelli.

«Per noi è un motivo di vanto, un onore e soprattutto un grande piacere aver trovato in una società del territorio un aiuto concreto – ha detto il presidente dell’HcC Marcello Pericoli – la società del presidente Tavarelli, un castiglionese, è un’eccellenza del territorio e in questo particolare momento ha capito l’importanza di dare una mano al nostro club che investe soprattutto nei giovani».

fabio tavarelli  presidente blue factor.jpgLa Blue Factor è un intermediario finanziario autorizzato da Banca d’Italia che esercita professionalmente l’attività di acquisto e gestione di crediti originati dal settore bancario e finanziario.

Intanto lunedì prossimo inizia la preparazione, dopo il preraduno dei giorni scorsi. Dopo la scorsa stagione di serie B, che era iniziata alla grande con un gruppo di sedicenni di sicuro valore prima dello stop Covid-19, la società biancoceleste, ottenuta la wild card per disputare nel 20/21 la serie A2, ha deciso, in accordo e con il partenariato di Follonica Hockey, di confermare in blocco il gruppo di giovani 2003 che tanto bene stavano facendo in cadetteria.

Della rosa fanno parte Andrea Montauti (17 gol per il capitano la scorsa stagione in B), Alberto Cabiddu (31 gol e capocannoniere della squadra lo scorso anno), Lorenzo Biancucci (19 gol), Mattia Maldini (23 gol), Matteo Biasetti (5 gol).

Loro saranno ancora la spina dorsale di questa squadra chiamata al difficile obiettivo di centrare una salvezza in una categoria superiore che si fa ogni giorno più competitiva tra annunci di ingaggi di argentini e nobili decadute, come ad esempio il Cgc Viareggio, con organici stellari.

hockey castiglione serie B (1).jpgAl momento sono due sole le facce nuove: Gabriele Irace, portiere diciottenne di belle speranze, già nazionale under 17, prenderà il posto di Gabriele Astorino che per motivi di studio dovrà probabilmente prendersi un anno sabbatico; il vero colpo dell'estate è il ritorno del fantasista Luigi Brunelli, unico "fuori quota" in una squadra di under, ma reduce da un vittorioso campionato di A2 con la maglia del Grosseto, che avrà il compito di trascinare la giovane truppa castiglionese. Per il ruolo di portiere il presidente Pericoli e tutto lo staff desiderano ringraziare Astorino per l’ottimo campionato e per l’apprezzata serietà e professionalità dimostrata, ma constatata la non disponibilità del giocatore, sono ben lieti di offrire l’opportunità di una categoria importante al promettente Irace, già secondo di Menichetti in A1 lo scorso anno.

Il vice portiere sarà la giovane promessa castiglionese Alessandro Donnini, 16 anni, che lo scorso anno ha sostituito con bravura Astorino durante il suo lungo infortunio. Per le due caselle ancora mancanti per ora non trapela nulla se non che una dovrebbe essere occupata da un altro giovane di scuola Follonica o da un altro veterano; mentre l'altra nelle intenzioni dello staff biancoceleste dovrebbe essere lasciata libera per permettere ai giovani di scuola Castiglione di "assaggiare" la serie A2. Questi ultimi (in pratica la under 17 biancoceleste della scorsa stagione) disputeranno un campionato di serie B con l'unico obiettivo di fare esperienza e mettere in cascina minutaggio, con l'aiuto a rotazione dei ragazzi della A2 meno impiegati nel campionato superiore. Novità anche nello staff tecnico dove oltre al capo allenatore Biancucci e al vice Alessandro Mantovani si aggiunge il preparatore atletico Luca Grossi.

Per ciò che riguarda i portieri invece, oltre a Federico Paghi che si occuperà anche quest'anno dei portieri biancocelesti di tutte le categorie, e Luca Pellegrini, c'è da registrare il nuovo ingresso di Beppe Laspina, specializzato nella costruzione di giovani portieri, che insieme a Raffaele Biancucci ha creato il settore giovanile del Cp Grosseto, iniziando alla porta atleti come Tommaso Bruni, oggi probabilmente il miglior prospetto italiano della sua età, Matteo Maggio che gioca in Francia nel Gleziere, e il giovanissimo Ernesto Maggi tredicenne di cui sentiremo presto parlare.

Per la preparazione estiva sarà della partita anche il preparatore dei portieri internazionale Fabio Carosi, collaboratore della Federazione spagnola e delle nazionali giovanili iberiche, che sarà a Castiglione a lavorare con gli estremi difensori biancocelesti grazie ai buoni uffici e all’amicizia che lo legano a mister Biancucci. Il programma di Hc Castiglione prevede da lunedì 24 agosto l’inizio della preparazione per due settimane con tre sedute quotidiane: una atletica, una tecnica e una tattica, per arrivare all'appuntamento con la serie A2 nel modo migliore.