Angius atletica.jpgGrosseto: Al via la nuova stagione per i giovani lanciatori dell’Atletica Grosseto Banca Tema. La prima gara del 2020 a Ostia, sul litorale romano, ha dato subito buone indicazioni oltre a essere utile per riprendere confidenza con il clima agonistico.

Nel disco il 17enne Matteo Pittau, appena entrato nella categoria juniores, è riuscito a centrare il record personale con 38.07 piazzandosi in seconda posizione, per incrementare il 37.80 dell’anno scorso. A segno anche il coetaneo Lorenzo Bigazzi, specialista del martello, che ha realizzato il miglior risultato in carriera: terzo con 51.68 e un progresso di otto centimetri con l’attrezzo utilizzato in questa fascia di età, quello da 6 chilogrammi.

Entrambi i biancorossi, classe 2002 e allenati da Francesco Angius, (nella foto) sono stati protagonisti a livello nazionale nella passata stagione, raggiungendo la finale nella rassegna tricolore under 18 dove hanno chiuso al settimo posto. L’obiettivo è di essere ancora competitivi in estate, con l’attività invernale da interpretare come momento di verifica. Sempre nel martello, ma nella prova under 23, all’esordio Matteo Macchione ha sfiorato a più riprese i 50 metri con un miglior risultato di 49.68.

Primi test anche dei saltatori maremmani, impegnati in gare di velocità nell’impianto indoor di Firenze. Lo junior Andrea De Simone ha corso i 60 metri in 7”57 per un progresso di 13 centesimi. In crescita pure l’allieva Ilaria Furi, seguita a sua volta dal tecnico Alessandro Moroni, che al debutto ha tolto quattro centesimi al proprio limite con 8”43.