atletica zauli.jpgGrosseto: A quarant’anni dall’impresa del record mondiale, tutta l’Italia corre nel ricordo di Pietro Mennea.

Giovedì 12 settembre la Freccia del Sud sarà celebrata con il Mennea Day e con i tradizionali 200 metri aperti a tutti, stavolta ancora più importanti perché ricorre la “cifra tonda” dell’indimenticabile 19”72 di Città del Messico nel 1979, tuttora primato europeo.

Mennea.jpgSi rinnova l’appuntamento anche a Grosseto che ospiterà una delle tappe principali, perché nel capoluogo maremmano il campione olimpico di Mosca ’80 ha vissuto un momento fondamentale della sua carriera, con il secondo ritorno alle competizioni nel 1987 dopo oltre due stagioni di stop.

Sulla pista del campo scuola Bruno Zauli, alle ore 18.00 scatteranno le gare dei 200 metri dedicati al grande azzurro per tutte le categorie, dai giovanissimi ai master, con ritrovo alle ore 17.00. La manifestazione è abbinata alla fase interprovinciale del tetrathlon ragazzi (under 14), che coinvolge anche Siena, con ritrovo alle ore 15.30 e inizio delle competizioni alle 16.00. Quattro le prove da affrontare: 60 ostacoli, salto in lungo, lancio del vortex e 600 metri, con l’organi curata dall’Atletica Grosseto Banca Tema del presidente Adriano Buccelli.

La quota di iscrizione verrà devoluta alla Fondazione Pietro Mennea Onlus per unire atletica e solidarietà. Tutti coloro che saranno protagonisti riceveranno anche un diploma di partecipazione, numerato e personalizzabile con il proprio nome.