Jacopo Scozzafava, ultimo arrivato alla corte di Tommasi. Colpo da novanta dei rossoblu.

di Vittorio Patanè

Albinia: Domani l'Albinia  nuovo corso di Luciano Tommasi inizia a sudare. La compagine del presidente Cristiano Vettori, mai come in questa stagione parte con un rinnovato entusiasmo, con alcune consapevolezze in più. L'obiettivo, bando alle ciance, è dichiarato, tentare di vincere tutto.

Campionato e coppa.

I presupposti ci sono tutti, non solo per la qualità dei giocatori che formano la rosa di questa stagione , ma soprattutto perché  nella dirigenza rossoblu c'è il ritorno di  Luca Vaselli . L'ex diesse e presidente  dell'Albinia , di quella compagine rossoblu che era l'icona del calcio dilettantistico maremmano, dopo quattro anni di lontananza è ritornato a casa. Con se , porta un bagaglio pieno di trionfi con il Sant' Andrea ,che grazie alle sue intuizioni tecniche, alla sua filosofia calcistica, in tre anni , ha portato dalla seconda categoria alla promozione. Ora il ritorno a casa, dove insieme al presidente Vettori, al vice Generosi e a tutto il consiglio direttivo , con la presenza sempre importante di Franco Cameli, vuole riscrivere la storia. Ricominciare un ciclo vincente,  con i colori rossoblu di nuovo  protagonisti, soprattutto dopo l'amara retrocessione dello scorso anno.

L'aria che si respirava durante la presentazione della squadra , svoltasi giorno 4 Agosto , era sicuramente di ottimo auspicio per la stagione che è oramai alle porte. Grazie anche al mattatore della serata Paolo Mastracca, si sono vissuti momenti  di intensa emozione,  con giocatori vecchi e nuovi che mano, mano ,sono saliti sul palco, dove il direttore sportivo Vaselli , sollecitato da Mastracca, ne sviscerava doti tecniche e umane . Una gran bella serata, a cui non hanno fatto mancare la loro presenza le istituzione, intervenute con il vicesindaco Chiara Piccini e il delegato allo sport del comune di Orbetello, Matteo Mittica che hanno ricordato l'impegno dell'amministrazione comunale nei confronti dell'Albinia , intervenendo  sulle strutture. Un passo importante delle istituzioni, l'inizio di una nuova storia in assoluto,  quella targata oramai da V and  V, come Vettori-Vaselli o Vaselli-Vettori. O della V come VITTORIA.

La rosa: Portieri; Bigoni, Izzo. Difensori: Agnelli, Sgherri, Rosati, Lava, Bigliazzi, Bartalucci, Moschetto, Dellepiane, Piersanti. Centrocampisti: Pira, Amorfini, Amorevoli, Salvestroni, Tamalio, Caprini. Attaccanti: Angelini, Anichini, Masini, Sabatini, Sensi e Scozzafava.