di Vittorio Patanè

Monte Argentario: In corso l' 8° edizione del Memorial “Ghiga”, con tante novità.  La prima in assoluta è l'ubicazione, il Torneo di Tennis Open Femminile, non si svolge, come in passato al circolo tennis di  Porto Santo Stefano , ma bensì presso i campi polivalenti a Porto Ercole, antistanti alla Piazza A. Vespucci , quella del mercato.

L'altra novità è la durata, ben 26 giorni di grandi partite, in cui tenniste di tutte le età e categorie incroceranno le racchette e si daranno battaglia sino alla finale prevista giorno 24 Agosto. Altra chicca  in assoluto, il terreno di gioco, che non sarà più la terra battuta, ma , il cemento, con tutto quello che giocare in una superficie di questo tipo comporta dal punto di vista tecnico.

Sono 51 le atlete iscritte,  con un tabellone che si è presentato sin dalla partenza ricco e qualitativamente di ottimo livello . 51 donne ,che  si confronteranno in solo gare di singolare , così come nell'ottica del fautore principe e organizzatore del torneo, ovvero il marito di Ghiga(all'anagrafe Ghiga Costanzo), Giampiero Scotto, che con questa manifestazione ha voluto onorare nel tempo , non solo una moglie, madre, nonna, di alto spessore umano, ma anche la Tennista Ghiga, una delle prime donne a calcare i campi in terra battuta  della Costa D'Argento. Per Ghiga, racchetta e palline , hanno rappresentato un pezzo importante della sua vita, per lei le sfide , il confrontarsi con gli altri , erano un modo di esprimersi. Giocare a tennis era, come  gioire alla vita. Presto, troppo presto, le sfide per Ghiga sono state altre, drammatiche,  contro quel male bastardo che alla fine ha avuto la meglio. Il tennis , lo sport, mai come in questo caso si dimostra  una parodia della vita. 

E anche  come in questo caso è  portatore di messaggi propositivi . Ghiga , infatti,  anche in confronto impari come quello contro il male ,  fino all'ultimo ha messo in campo tutte le sue peculiarità, ha  dato battaglia,  mai doma, ha gioito e sofferto,  sempre con il sorriso, sempre in punta di piedi, ma con grande forza, determinazione e dignità, fino a doversi arrendere.  Per il marito, Giampiero Scotto  è apparso quasi naturale ricordarla attraverso lo sport che amava più di ogni altra cosa , il tennis, tutto  rigorosamente in gonnella  e attraverso questi momenti   divulgare a futura memoria il messaggio di Ghiga, quello che ha lasciato soprattutto  attraverso i comportamenti. Il modo di porsi alla vita nel bene e nel male. 

La kermesse è patrocinata dal Comune di Monte Argentario,  un ringraziamento  da parte degli organizzatori particolare al sindaco Franco Borghini e all'assessore allo sport Francesca Ballini , che , così come nella scorsa edizioni saranno presenti alle premiazioni nella serata finale del torneo. Un doveroso ringraziamento alla U.I.S.P. E a BANCA TEMA. Va , inoltre ricordato, come il ricavato della manifestazione vada, come ogni anno ,  in beneficenza all'associazione A.I.R.C, per la ricerca sul cancro.