Stampa

Maestrini rally scarlino.jpgScarlino: Il grossetano Leopoldo Maestrini esordisce con i colori della scuderia modenese andando a caccia di un risultato di sostanza sulle strade gardesane che ospitano la prima delle sei prove del Campionato Italiano riservato ai rally su asfalto; correrà con il lucchese Sauro Farnocchia su Peugeot 208 di classe R5. Attesa per il giovane talento di Maranello Lorenzo Grani, che difenderà con Chiara Lombardi (su Peugeot 208) il titolo di classe R2 e quello analogo della Michelin Rally Cup conquistato lo scorso anno.

Due equipaggi in cerca di… autoritari riscontri. Sono quelli schierati da Maranello Corse nel Campionato Italiano WRC che scatterà il prossimo fine settimana con il sempre affascinante rally 1000 Miglia: a rappresentare la scuderia modenese saranno una new entry ed un equipaggio che, con i colori di Maranello Corse, ha già mietuto successi importanti.

Il volto nuovo è quello del 32enne grossetano Leopoldo Maestrini, che correrà con una Peugeot 208 di classe R5 preparata dal team di Porcari MM Motorsport insieme all’esperto navigatore lucchese Sauro Farnocchia. Il pilota di Scarlino si tuffa in un campionato pressoché sconosciuto, e dovrà riprendere confidenza anche con una vettura guidata l’ultima volta qualche anno fa. “Andiamo a Salò con grande fiducia – assicura il pilota, reduce da una buona esperienza nel Campionato Italiano Rally Asfalto 2018 – e con tanta voglia di crescere e fare bene.

Al 1000 Miglia sarà tutto nuovo e mi aspetto una concorrenza impegnativa, tuttavia sono convinto che potremo già raccogliere un buon risultato. Con MM Motorsport c’è già un forte affiatamento e conosco benissimo le qualità del team, Fornacchia è uno dei migliori navigatori in circolazione, la Peugeot 208 resta a mio avviso una vettura competitiva. Non potrei chiedere di meglio. Quanto alla gara, ho visto i video delle prove: mi hanno colpito, davvero molto interessanti. Sono felice di correre in questo campionato che ci metterà alla prova in gare di grande storia e fascino, non vedo l’ora di arrivare al primo semaforo verde”.

“Un grande stimolo, affrontare le prove speciali del Rally 1000 Miglia – commento Leopoldo Maestrini a pochi giorni dalla gara – una gara che affronto per la prima volta e dalla quale mi aspetto le prime risposte sulla bontà del pacchetto offerto dalla stagione. Potendo contare su un team come MM Motorsport e sull’esperienza di una struttura importante come Maranello Corse e sul supporto offerto da Pirelli, le sensazioni non possono che essere positive”.

Correrà con una vettura di classe inferiore ma con propositi di alto livello: stiamo parlando di Lorenzo Grani, che al 1000 Miglia inizierà la difesa dei titoli vinti in questo campionato nel 2018 (bis di quelli conquistati due anni prima): il 24enne figlio d’arte, alla seconda stagione con Maranello Corse, correrà ancora con la garfagnina Chiara Lombardi su una Peugeot 208 di classe R2B preparata dalla veronese Julli.

“Il 1000 Miglia è un rally che affronto con particolare circospezione per via delle sue prove molto particolari, sulle quali non sempre ci siamo espressi al meglio. Per di più, le prove sono state riviste e qualcuna, di fatto, non la conosco. Lo scorso anno, però, qui abbiamo corso la nostra miglior gara (la foto di Giovanni Tononi si riferisce a quest'occasione), per cui utilizzando i riferimenti tecnici di allora come base di partenza. Sappiamo che ci saranno diversi locali pronti a dare battaglia e due di loro faranno anche l’intero campionato; come al solito, insomma, al 1000 Miglia sarà bagarre serrata: noi partiremo al nostro ritmo e poi valuteremo come comportarci in base all’evoluzione della gara.

Servirà essere particolarmente concentrati per portare a termine una gara che abbiamo iniziato a preparare con cura meticolosa ben prima di partire”.

 

Categoria: SPORT
Visite: 388

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information