Italiani indoor 2019.jpgGrosseto: La Compagnia Maremmana Arcieri brilla anche ai campionati italiani indoor, ottenendo un prestigioso oro di classe. A Rimini è andata in scena la 46esima edizione in un weekend di gare diviso tra qualifiche di classe e scontri individuali e a squadre, con gli arcieri chiamati al tiro dai 18 metri.

Il sodalizio grossetano si è stato rappresentato da 7 atleti che si sono confrontati sul campo di gara con i quasi 950 arcieri partecipanti, appartenenti a oltre 200 differenti società.

Le soddisfazioni maggiori sono arrivate grazie all’oro di classe nella categoria arco olimpico allieve, con Ginevra Landi che ha totalizzato 563 punti, utili al raggiungimento del primo posto. Un risultato di assoluto rilievo per la campionessa italiana outdoor del 2018 e, più recentemente, salita anche sul gradino più alto del podio ai regionali indoor di Fucecchio. Purtroppo, nella seconda giornata di gare in cui sono andati in scena gli scontri diretti, l’ascesa di Ginevra Landi si è fermata ai quarti di finale, dopo un intenso confronto con l’azzurra Chiara Rebagliati della Arcieri Torrevecchia.

A partecipare agli italiani per la divisione olimpica anche Lorenzo Corraro (allievi), Federica Gelso (allieve) e Samuele Rosso (ragazzi). Per l'arco compound, invece, ha partecipato la squadra senior composta da Serenella Cristiano, Giulia Grascelli e Chiara Romboli che non sono riuscite a bissare il titolo di campionesse italiane ottenuto nella precedente edizione.

A vincere i titoli assoluti individuali per l’arco olimpico sono stati gli azzurri titolari agli europei indoor della prossima settimana Michele Frangilli ed Elena Tonetta. Vittoria invece nel compound per Arcangelo Borruso e per Marcella Tonioli, convocata anche lei ai campionati europei. Nell’arco nudo è salita sul primo gradino del podio femminile la sedicenne Sara Caramuscia, mentre nel maschile ha trionfato Giuseppe Fonti. A squadre vittorie per Arcieri Iuvenilia, Arcieri Torrevecchia, Arcieri Solese, Arcieri del Sole e Arcieri della Signoria.