atletica corsa.jpgFirenze: Le gare regionali di atletica indoor si svolgeranno da quest’anno a Carrara, nei padiglioni di Carrarafiere. Il presidente del Consiglio regionale della Toscana, Eugenio Giani, e il capogruppo del Movimento 5 stelle, Giacomo Giannarelli, accolgono con soddisfazione il buon esito di una vicenda nella quale si sono adoperati direttamente per giungere a una conclusione positiva.

“L’atletica indoor è importante per favorire la preparazione e lo spirito di competizione degli atleti durante tutto l’anno solare – dice il presidente Giani –. La disponibilità di Carrara per due mesi del posizionamento degli impianti ha favorito la Toscana e motiva il mio caloroso apprezzamento”.

“La Regione Toscana è socia, anche se in quota minoritaria, del centro nel quale siamo ora riusciti a spostare le gare di atletica: ha bisogno di essere valorizzato e penso che questo sia un passo nella giusta direzione”, dichiara Giannarelli. “Sono estremamente soddisfatto del risultato che abbiamo ottenuto, prima di tutto per il territorio che si appresta a ospitare queste importanti manifestazioni sportive”.

Della vicenda si sono occupati, con la Fidal Toscana, anche il Comune di Firenze, il Comune di Carrara, con l’interessamento di Imm (Internazionale marmi e macchine) di Carrara. “Abbiamo accolto con entusiasmo la buona notizia inerente la concreta possibilità di portare a Carrara la pista di atletica della Fidal – dichiara il presidente di IMM-Carrarafiere Fabio Felici –. Da alcuni mesi stavamo lavorando perché questo potesse accadere e adesso, grazie a questi nuovi e fondamentali sviluppi, possiamo concretamente iniziare una programmazione di eventi nel nostro territorio insieme a Fidal. Il padiglione B del complesso fieristico sta diventando, grazie a un importante investimento totalmente a carico della nostra società, un’area polivalente multifunzionale che a seconda delle esigenze di Imm potrà essere utilizzato come centro espositivo oppure come centro polisportivo.

L’interesse al suo utilizzo manifestato da una Federazione importante come Fidal ci conferma che abbiamo fatto la cosa giusta, investendo risorse finalizzate a un più intenso utilizzo della struttura e, contestualmente, a sopperire a una carenza strutturale di impianti del territorio dando, dato non secondario, un importante impulso al turismo sportivo che è la seconda voce dell’economia turistica nazionale, capace di generare un indotto territoriale rilevante con l’arrivo di decine di migliaia di persone fra atleti, operatori e accompagnatori. Grazie a questo intervento – conclude Felici –, il padiglione B diventerà l’unica struttura della costa tirrenica in grado di ospitare eventi indoor internazionali”.