coni logo.jpgFirenze: “Negli ultimi anni l’Italia ha dimostrato di essere molto competitiva a livello di sport individuali, un po’ meno in quelli di squadra. Ma già a partire dal 2018 si sono registrati messaggi incoraggianti e il mio augurio è che anche nel 2019 si confermi questa tendenza. Spero soprattutto che il calcio azzurro possa recuperare quel ruolo che storicamente gli spetta in ambito internazionale”.

Il presidente del Coni Toscana Salvatore Sanzo commenta così gli scenari sportivi del nuovo anno appena iniziato, soffermandosi su due importanti eventi calcistici in calendario. “Il percorso della Nazionale maschile verso le qualificazioni a Euro 2020 sarà nel segno del riscatto – dice Sanzo – Ma anche gli azzurrini dell’Under 21, ossia la rappresentativa europea di categoria più titolata, hanno a portata di mano una grande occasione agli Europei del prossimo giugno che si disputeranno tra Italia e San Marino. Quella femminile maggiore si appresta a rivivere a luglio, in Francia, un’emozione mondiale che mancava da 20 anni. Sono felice che la rappresentativa toscana sia ben consolidata grazie a Alia Guagni ed Elena Linari, e con Greta Adami e Sandy Iannella che sono nel giro azzurro”.

Sempre sul fronte toscano il 2019, anno preolimpico, sarà per molti atleti fondamentale anche in chiave di qualificazione per i Giochi di Tokyo 2020. “Lo sport toscano è reduce dalle 11 medaglie conquistate a Rio, un bottino straordinario di successi – continua Sanzo – Discipline come il tiro a volo (con il già qualificato Filippelli, con gli ori olimpici Rossetti e Bacosi), la scherma (con la fiorettista campionessa mondiale Volpi e la sua compagnia di squadra Batini), il nuoto (con Gabriele Detti) sono chiamate a confermarsi sui livelli più alti. Ma credo che per altri campioni toscani, dall’aretina Mori nella ginnastica artistica al judoka Marconcini abbiano molto da dire, insieme ai tanti giovani toscani che stanno ridonando lustro all’atletica leggera”.