Secondo il report dell’Università Sant’Anna.

Pitigliano: L’ospedale Petruccioli di Pitigliano tra le migliori strutture d’Italia per assistenza in area medica secondo il report del MeS, (il laboratorio di Management e Sanità dell’Istituto di Management della Scuola Sant’Anna di Pisa) sulla base delle performance 2018.

L'iniziativa innovativa nell'assistenza ai malati di Alzheimer della cooperativa Nomos.

Grosseto: Arriverà anche a Grosseto il progetto “L’Atelier Alzheimer incontra i Musei”. Un progetto della Cooperativa Nomos, aderente a Co&So, con sede a Bagno a Ripoli (Firenze) che ha la gestione operativa di uno dei progetti più rivoluzionari mai creati nell’assistenza per i malati di Alzheimer.

vaccini.jpgFirenze: Contro il virus dell'epatite C siamo alla sfida finale. La guerra dichiarata da tempo dalla Regione al virus Hcv per debellare una malattia che, solo pochi anni fa, anche in Toscana, metteva gravemente a rischio la salute di molte persone, è oggi a una svolta.

D'URSO..jpgGrosseto: Ha preso parte al convegno “Anziani: quale futuro”, che si è tenuto stamattina nella sala Pegaso della Provincia, anche il direttore generale della Asl Toscana sud est, Antonio D’Urso.

Grosseto: Risponde il direttore generale della Asl Toscana sud est, Antonio D’Urso, alle perplessità del Nursind, diffuse dalla stampa, relativamente al pagamento delle quote di produttività da parte della Asl ai propri dipendenti.

“Il sistema della produttività non è stato toccato ed anzi in questa Azienda, come concordato con le organizzazioni sindacali e con l'OIV, la produttività è pagata trimestralmente in acconto, -proprio per andare incontro ai suoi dipendenti-, previa valutazione dei risultati. A conferma di questo, e senza nessun cambio di rotta, nel mese di giugno, è stato pagato il mese di marzo, come a maggio era stato pagato il mese di febbraio".

firenze.jpgAl via il “Progetto Vita” che coinvolge 10 centri. Il Dott. Mauro Truini, presidente SIAPEC-IAP: “È il primo screening di questo tipo rivolto alle alterazioni molecolari poco frequenti nelle neoplasie, diffuse soprattutto nelle persone più giovani”. Le prospettive della biopsia liquida nel monitoraggio e nella diagnosi precoce.

dottori chirurgia sala operatoria.jpgGrosseto: Si terrà domani, 29 giugno, presso l’Hotel Airone a Grosseto, il consueto appuntamento con “Le giornate dermatologiche maremmane”, organizzato dalla Dermatologia dell’ospedale di Grosseto. Esperti di Dermatologia da tutta Italia si incontreranno per discutere e confrontarsi sulle novità cliniche e terapeutiche del settore. 

Grosseto: Nella Giornata Mondiale dedicata alla Sclerosi Sistemica (conosciuta anche come sclerodermia) in programma domani 29 giugno, la Asl Toscana sud est coglie l’occasione per informare e sensibilizzare sulla patologia che, pur essendo classificata come "malattia rara",  risulta sempre più frequente.

Grosseto: Si è svolto presso il centro commerciale Maremà il consueto appuntamento con i volontari della Sezione Grosseto Cisom – Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta, dedicato alla prevenzione sanitaria. Numerosi sono stati gli utenti che hanno usufruito gratuitamente delle prestazioni offerte: misurazione della pressione arteriosa, controllo glicemia capillare e colesterolo, nonché  saturazione periferica dell’ossigeno.

De Palma al convegno Opi di Firenze ‘I Percorsi di evoluzione delle professioni infermieristiche’.

Roma: “Gli infermieri di base vanno valorizzati, se vogliamo salvare il SSN. La figura infermieristica è stata ed è tuttora al centro di un percorso iniziato trent’anni fa che l’ha portata ad avere un grande carico di responsabilità, ma che oggi è arrivato il momento improcrastinabile di riconoscere contrattualmente. Non è un nostro problema se mancano i fondi, non può essere un problema degli infermieri: deve pensarci il Governo come ha fatto per i medici, perché non siamo figli di un dio minore”.

maternità.jpgPer Cecina, Piombino e Portoferraio chiesta la deroga.

Firenze: Aggiornata la rete dei punti nascita della Toscana, e anche l'organizzazione dei servizi di trasporto protetto neonatale e trasporto assistito materno. La Regione lo ha fatto con una delibera, presentata dall'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi e approvata dalla giunta nel corso dell'ultima seduta.

Al Misericordia arriva un nuovo oculista per abbattere le liste di attesa.

Grosseto: Dal 15 giugno, l’UOC Oculistica del Misericordia, diretta dal dottor Angelo Balestrazzi, può contare su un nuovo professionista. Ha preso servizio infatti il dottor Pietro Mittica che farà parte del team grossetano per un anno con un contratto a tempo determinato.

Per la sua esperienza e le particolari capacità nell’ambito della chirurgia oculistica, Mittica è andato a ricoprire un ruolo prevalentemente dedicato alla chirurgia della cataratta. In questo modo, l’Azienda conta di determinare un abbattimento delle liste di attesa per questa prestazione riguardante in particolare le persone anziane.

90 i posti disponibili nell'Ausl Toscana sud est. Bando e progetti sul sito aziendale.

Grosseto: E’ stata prorogata alle ore 14:00 di venerdì 28 giugno prossimo la presentazione delle domande per il servizio civile regionale nell’Ausl Toscana sud est. Sono 90 i posti disponibili per giovani interessati al servizio civile regionale nei territori di Arezzo, Siena e Grosseto dell’Ausl Toscana sud est. I progetti aziendali messi in pista sono in tutto 18, di cui: 3 comuni alle tre aree provinciali, 7 per il territorio Aretino, 6 per quello senese e 2 per Grosseto.

Amiata: E’ stato conferito al dottor Giuseppe Cerbucci un incarico a tempo indeterminato nell’Area Professionale di Psicologia, da espletare presso l'UFSMA della Zona Amiata Grossetana.

Il dottor Cerbucci, già operativo dai primi di questo mese, è risultato il più idoneo tra i candidati alla richiesta che la Asl Toscana sud est aveva pubblicato tramite avviso per rendere più stabile la dotazione organica in questa specifica zona della provincia di Grosseto, integrandola con un nuovo psicologo.
 

Da sinistra_Danilo Tiziano, Eugenio Mercuri, Ilaria Ciancaleoni Bartoli, Maria Alice Donati, Teresa Petrangolini, Daniela Lauro.jpgIn due anni 140 mila nuovi nati potranno essere sottoposti a un test genetico: una diagnosi precoce può cambiare la storia di malattia delle persone che nascono con l’atrofia muscolare spinale (SMA). L’Assessore alla Sanità del Lazio D’Amato: “Un modello per l’intero Paese”.

Roma: I bambini che nasceranno nel Lazio e in Toscana, avranno un’opportunità di salute in più: un test, gratuito, permetterà di sapere subito se si è affetti da una grave e rara malattia neuromuscolare: l'atrofia muscolare spinale (SMA), la prima causa genetica di mortalità infantile.

A Firenze l'evento. 13 Giugno – Ore 9:30 / 16:00 - La Nazione, Auditorium Via Paolieri, 2.
In Toscana oltre 42mila pazienti psichiatrici trattati ogni anno.

Firenze: Sono passati quasi 41 anni dall'abolizione dei manicomi, era infatti il 13 maggio 1978 quando la legge 180 “Basaglia” entrò in vigore, demandando ai servizi territoriali, ai reparti psichiatrici ospedalieri e alle famiglie l'onere e il compito di gestire i pazienti psichiatrici. Secondo gli ultimi dati disponibili (Ministero della Salute 2016) sono circa 800mila le persone in cura nei dipartimenti di salute mentale.

Nuovi interventi per far fronte alla questione delle liste di attesa.
Ecco i numeri nelle tre province.

Grosseto: In arrivo 21 medici per la Chirurgia generale dell’Asl Toscana sud est per far fronte alle liste d’attesa in ambito chirurgico. Un’ulteriore soluzione che l’Azienda sta predisponendo per fronteggiare questo tema così sentito dalla comunità e su cui la Regione Toscana ha canalizzato importanti investimenti.

Isola del Giglio: Ancora più attenzione ai bisogni di salute della popolazione delle isole e in questo caso particolare al benessere dei bambini, grazie all’attivazione del servizio di teleconsulto sull’Isola del Giglio.
Il progetto di telemedicina che riguarda l’isola del Giglio è partito con il teleconsulto pediatrico: ogni martedì il medico del Giglio potrà collegarsi con i pediatri presenti all’ospedale di Grosseto che, assistendo da remoto alla visita, potranno decidere di concerto con il collega sul posto come modulare il percorso assistenziale più opportuno.

Una giornata dedicata per raccontare la storia, presentare i dati e valorizzare l’impegno dei professionisti dell’emergenza.

Grosseto: 10.100 missioni, circa 9.000 pazienti soccorsi, 11.136 ore volate: con questi dati, la base dell’elisoccorso di Grosseto rappresenta una delle realtà più operative nel panorama nazionale, che oggi compie 20 anni di attività.

Il servizio di elisoccorso di Grosseto: una realtà che salva le persone da 20 anni.

Grosseto: Quando si dice elisoccorso, si dice sicurezza, tempestività, professionalità, competenza e lavoro di squadra, caratteristiche che hanno fatto la differenza in tutti questi anni e hanno permesso di salvare tante vite. Il personale che compone la squadra dell’elisoccorso con base operativa a Grosseto, sia medico che infermieristico, fa parte del Servizio emergenza sanitaria territoriale 118 e questa rappresenta una caratteristica distintiva fino a oggi.