Nuova Unità operativa semplice "Ambulatorio e Day Hospital” di Oncologia per gli ospedali di Massa Marittima e Orbetello.

Orbetello: Importanti novità sull’attività oncologica dell’ospedale Sant’Andrea di Massa Marittima e San Giovanni di Dio di Orbetello. L’ambito oncologico presso i due presidi ospedalieri sarà infatti potenziato grazie all’istituzione della UOS di Oncologia,

ovvero un’Unità operativa “Ambulatorio e Day Hospital di Oncologia”, afferente all’UOC Oncologia Medica di Grosseto.

L’Asl Toscana sud est vuole venire incontro ai bisogni di salute dei cittadini garantendo, per quanto possibile, stessi servizi su tutto il territorio. In questo caso, infatti, i pazienti della zone Colline Metallifere e Colline dell’Albegna avranno a disposizione una struttura per effettuare visite e terapie oncologiche non complesse in ambulatorio e in Day Hospital, nella sede di residenza. Inoltre il servizio rappresenta un punto di accesso per un’eventuale presa in cura all’interno dei percorsi oncologici, in rete con l’ospedale Misericordia di Grosseto dove vengono successivamente gestiti i casi più complessi della patologia oncologica.

La strutturazione di una Unità Operativa di "Ambulatorio e Day Hospital di Oncologia" va nella direzione di una sempre maggiore attenzione ed efficienza organizzativa del Percorso Oncologico sul territorio con il coinvolgimento dei Medici di Medicina Generale, per un riferimento e una presa in carico immediata del paziente con sospetta patologia oncologica.
All’interno dell’UOS saranno comprese le attività di ambulatorio e Day Hospital di Oncologia Medica che al sant’Andrea saranno aumentate di un giorno, andandosi in tal modo ad articolarsi dagli attuali 2 giorni alla settimana (lunedì e mercoledì) a 3 giorni alla settimana (lunedì, martedì e mercoledì). Avrà quindi le stesse aperture di Orbetello. Nei tre giorni saranno effettuate visite ambulatoriali (prime visite e visite di controllo), terapie infusionali in regime di Day Hospital e terapie ambulatoriali, consulenze oncologiche per i pazienti ricoverati.
 
“Per i pazienti oncologici della area nord e sud della provincia di Grosseto – afferma Bengala, direttore UOC Oncologia Medica del Misericordia – la nuova struttura costituisce il primo contatto diretto con l’approccio diagnostico terapeutico. Anche in questo caso, si conferma l’importanza e la volontà dell’Azienda di valorizzare sempre di più il modello a rete dei servizi ospedalieri, cercando di andare a rafforzare ogni punto che la costituisce e quindi i presidi di prossimità che offrono ai cittadini servizi territoriali fondamentali”.

Ecco i dati dell’Oncologia nel 2018: 65 nuovi pazienti presi in carico, 50 numero di Day Hospital attivati, 300 i pazienti che hanno svolto terapie infusionali.