Parcheggio Parco centrale follonica.jpgFollonica: “Follonica ha una piscina in più: quella che si forma anche solo dopo una mattinata piovosa nel parcheggio del Parco centrale, un vero e proprio lago che crea notevoli disagi ai cittadini”.

Sandro Marrini, consigliere comunale di Coraggio Italia, commenta con ironia la situazione che si è verificata dopo le copiose piogge di questi giorni in uno dei punti di sosta più frequentati dagli abitanti della Città del Golfo.

“Come si può ben vedere dalle foto, venerdì mattina, giorno del mercato settimanale, l’area si è trasformata in una palude, un lago di acqua fangosa che si estende per decine di mq e che circonda anche le auto parcheggiate – spiega Marrini -. Una situazione a dir poco vergognosa e inaccettabile, soprattutto se si pensa all’importanza che il Parco centrale riveste per le abitudini dei nostri concittadini. Il malumore dei follonichesi è crescente in merito a questa problematica, così come quello degli ambulanti protagonisti del mercato: è facilmente immaginabile il disagio per chi si trova a dover parcheggiare in questa zona. Oltre ad una buona dose di coraggio, ci vogliono anche stivali di gomma per non vedersi sporcare i vestiti e le scarpe. E’ una criticità annosa, che si presenta con imbarazzante periodicità con l’arrivo della stagione autunnale e delle prime piogge, anche se il parcheggio si allaga pure in occasione dei temporali estivi”.

Parcheggio Parco centrale follonica 1.jpg“Sinceramente un brutto biglietto da visita anche per i turisti che affollano la nostra città in estate e per tutti gli spettatori dei numerosi spettacoli che si svolgono al Parco centrale – sottolinea Marrini -. Pensiamo al disagio anche di quelle persone che devono spingere passeggini o sedie a rotelle: si trovano in una situazione impossibile da affrontare. E’ inammissibile che la seconda città della provincia, meta agognata da tanti vacanzieri, offra uno spettacolo così indecoroso, più simile a quello di una foresta pluviale”.

“Nei mesi scorso, il Comune ha varato un piano per ristrutturare vie e marciapiedi in molte strade cittadine ed è sconcertante che non abbia pensato a come risolvere gli allagamenti nel parcheggio del Parco centrale – termina Marrini -. Eppure si tratterebbe di una soluzione semplice, rapida ed economica: sarebbe sufficiente sistemare un po’ di breccino nell’area così da contrastare l’insorgere delle pozze. Ma evidentemente Benini e la sua Giunta sono più impegnati a progettare interventi più onerosi e che danno loro maggiore visibilità, piuttosto che a pensare di sistemare un parcheggio sterrato”.