Castiglione della Pescaia: Il giovane Sebastiano Biancalani, classe 2000, è il fautore, insieme ad un gruppo di giovani castiglionesi, del progetto “Giovani per Castiglione”.    

Generazione Z all’anagrafe, energia da spendere e tante idee in testa e nel cuore da sviluppare per  il bene della città. Tutto questo è “Giovani per Castiglione”, una formazione nata spontaneamente dopo la costituzione del Patto Civico per Castiglione che ha visto designare, come candidato sindaco delle prossime elezioni comunali, Alfredo Cesario.   

Il soggetto civico che ha dato il là alla coalizione “W Castiglione” è stato il motore che ha spinto Biancalani ed il suo gruppo ad uscire allo scoperto,a dare un senso compiuto alle aspettative del gruppo e a spingerli nella direzione di fare qualcosa di realmente tangibile per i loro coetanei, sin qui poco ascoltati.  Non ultima la dichiarazione del candidato Cesario che, in merito ai fatti che hanno riguardato i danneggiamenti della fontana di p.zza Garibaldi, non si è limitato a parlare di atti vandalici ma ha puntato il dito contro il fenomeno, allarmante e crescente, del disagio giovanile, dimostrando di avere a cuore l'interesse delle nuove generazioni e del loro ruolo attivo all'interno della comunità.    

“Vogliamo dar voce a tutti i ragazzi che hanno voglia di credere nel proprio paese, nella speranza di partecipare al cambiamento di questa bellissima terra – afferma Biancalani, tradendo un pizzico di emozione. Come “Giovani per Castiglione”, è nostro primo interesse ascoltare i bisogni del territorio e le necessità che per lungo tempo non sono state considerate prioritarie, sottoponendo idee e tematiche proprie del mondo giovanile all’attenzione di chi ne avrà la competenza. Questo perché prima di ogni altra cosa siamo Castiglionesi, ed è per il bene del nostro paese che ci impegniamo a lavorare insieme per offrire nuove prospettive a chi deciderà, una volta raggiunta la maggiore età, o terminati gli studi, di realizzare qui i propri progetti di vita”.
“Per fare questo – prosegue Biancalani - è importante dar voce a tutti i giovani del territorio e portare avanti le loro idee, istanze e necessità. Nel farlo, stiamo riscontrando grande impegno e partecipazione di un numero sempre più crescente di persone, con validi progetti che vertono su molteplici tematiche tra cui lavoro, cultura e riqualificazione urbana".

"Stiamo pensando di costituirci come associazione giovanile per raccogliere le idee che i ragazzi castiglionesi hanno. Lo scopo dell’associazione sarà generare un dialogo aperto e partecipato, includendo persone di ogni estrazione politica. Solo così sarà possibile portare istanze costruttive all’attenzione degli organi di governo”.
“Abbiamo già in mente alcuni progetti a basso costo di riqualificazione urbana – continua Biancalani -  e pensiamo di organizzare eventi culturali, presentazioni di libri, conferenze ed eventi di vario genere. Tutto ciò sarà utile anche a dar maggiore visibilità al nostro comune. Negli ultimi mesi abbiamo avuto varie occasioni di confronto e costante dialogo con persone preparate sulle varie materie di interesse, così da poter ricevere le informazioni necessarie a proporre nostre iniziative, concrete e realizzabili.  E’ infatti opinione diffusa tra i giovani il fatto che Castiglione abbia poco da offrire loro, non solo dal punto di vista dello svago, ma anche in merito alle prospettive lavorative e abitative”.
"Ci rendiamo conto – conclude Biancalani -  che non esiste una formula magica in grado di risolvere istantaneamente ogni problema, ma già affrontando le diverse situazioni con i diretti interessati, per i nostri amministratori, sarà più facile individuare le politiche da mettere in campo".