alfredo Cesario Castiglione cand sindaco.JPGPresentato anche il simbolo della lista.

di Giulia Ferretti

Castiglione della Pescaia: Si è tenuta nel primissimo pomeriggio di oggi, venerdì 11 giugno a Castiglione della Pescaia, la presentazione ufficiale di Alfredo Cesario, candidato sindaco di Lega e Fratelli d'Italia per le prossime comunali, nella così detta 'piccola Svizzera' della Maremma.

Presente tutto lo stato maggiore dei due partiti che appoggiano la candidatura di Cesario. Da una parte la Lega con l'onorevole Mario Lolini, responsabile regionale e il consigliere regionale Andrea Ulmi, segretario e provinciale, dall’altra per Fratelli d’Italia, l’altra forza politica che sostiene Cesario, erano presenti il coordinatore regionale Fabrizio Rossi e il responsabile provinciale Bruno Ceccherini.

Presentato anche il simbolo che accompagnerà in questa campagna elettorale, il candidato sindaco Alfredo Cesario. Simbolo, che dovrebbe anche essere presente, salvo modifiche dell'ultima ora, nella scheda elettorale. Infatti, all'appello manca ancora l'altra forza del centrodestra, Forza Italia, che ancora non ha deciso il da farsi e quindi ha preso ancora tempo. Cesario, prima di prendere la parola, ha  chiesto ai presenti un minuto di raccoglimento e riflessione in ricordo del giovanissimo Lorenzo Guidi. Uno studente conosciutissimo nella comunità castiglionese e scomparso prematuramente in questi giorni.

"La composizione del nostro logo, - dice Alfredo Cesario - è nata dal desiderio di conferire senso e significato al campanile più rappresentativo della nostra comunità. Rappresenta un simbolo di unità, non divisivo. Un simbolo uditivo e visivo riconosciuto da coloro che, nella comunità, cercano un riferimento comune. Perchè questo vogliamo essere: punto di riferimento essenziale per la nostra città". "E' mancata fino ad ora capacità di prevedere e programmare - afferma Cesario - senza mezzi termini.  Castiglione purtroppo non è la piccola Svizzera come tutti dicono. Esistono altre realtà anche piccole, che ci hanno già superato. E la cosa è inammissibile".

"C'è da ri-qualificare, fare un importante cambio di mentalità e darsi da fare. Il territorio è ricco e vasto, variegato, meritevole di essere vissuto tutto l'anno. Non a caso  al primo punto della mia azione programmatica metto la promozione del territorio, in un contesto virtuoso che proietti Castiglione nel futuro, preparandola alle numerose sfide che dovrà affrontare".

rossi lolini cesario castiglione.JPG"In merito a Forza Italia, - Cesario spiega rispondendo a una nostra precisa domanda - nessuno stallo o ostruzione da parte degli amici azzurri.  Si tratta solo di una questione di tempi, vista la particolare fase che il partito sta attraversando".

"Castiglione merita molto di più di quanto ha avuto in questi cinque anni - dice il segretario provinciale della Lega Andrea Ulmi. - Siamo felici di poter contare su una persona di spessore e di valore come il Dr. Cesario".

"Conosco Alfredo da molti anni, - commenta Bruno Ceccherini, responsabile provinciale di Fratelli d'Italia - e oltre ad essere una persona dall'altissimo profilo professionale ed umano, è un uomo che vanta moltissime competenze in ambito manageriale. Una persona estremamente capace ed in grado, realmente , di proiettare Castiglione nel futuro".

"Dopo dieci anni di indolenza, Castiglione ha bisogno di idee e di persone pronte a spendersi per realizzarle", questa la battura dell'Onorevole Mario Lolini.

"Serve davvero a Castiglione e ai castiglionesi una vera e propria ventata di freschezza. - afferma il coordinatore regionale di Fratelli d'Italia, Fabrizio Rossi - I nodi irrisolti sono tantissimi a Castiglione della Pescaia, a partire dal piano del porto. Tante le occasioni sprecate o perse, e questo anche per colpa di una politica regionale che rimane distante dal territorio. Il nostro motto è lavorare in squadra, così come abbiamo fatto con Grosseto. Questa è la ricetta vincente".

cesario ulmi lolini ceccherini castiglione candidatura sindaco.JPG