casello autostrada - autore Pepozzo.jpgFirenze: “Esprimo grande soddisfazione per il risultato unanime ottenuto in Consiglio regionale. La rimozione della barriera a Vada (LI) è un tema di cui si parla da anni, ma solo in queste ultime settimane si è aperta una finestra concreta per la sua rimozione.”

Così Irene Galletti, Presidente del Gruppo Movimento 5 Stelle Toscana, commenta il voto unanime alla sua mozione in Consiglio regionale, per favorire la rimozione del casello di Vada a Rosignano Marittimo.

“Infatti, dopo la sentenza del Tar che ha portato all’aumento del pedaggio nel tratto autostradale tra Collesalvetti e Rosignano, si è aperta una fitta trattativa tra Sat - Società di gestione del corridoio tirrenico - e il Ministero delle infrastrutture, per un contributo economico a ristoro dei mancati incassi derivanti dal blocco delle tariffe e per il cambio di piani sul progetto del Corridoio Tirrenico. La tratta non sarà più una strada soggetta a tariffazione, come stabilito dalla conversione in legge del Milleproroghe. Un’occasione che deve essere presa al volo” Osserva la Capogruppo M5S.

Grazie all’approvazione di questa mozione, abbiamo ottenuto la certificazione dell’impegno della Giunta regionale a chiedere al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che nella trattativa in corso con Sat, la rimozione della barriera di Vada sia un punto saliente all’ordine del giorno.

Irene Galletti, Presidente del Gruppo Movimento 5 Stelle in Toscana