bartalini amati.jpgAmiata: Lo scorso mercoledì 8 luglio, si è tenuto presso la sede del comune di Casteldelpiano, un fruttuoso incontro tra il capogruppo della lista Rinasci Arcidosso, Guendalina Amati e il sindaco di Casteldelpiano Michele Bartalini, il vicesindaco Luciano Giglioni e il consigliere comunale Renzo Nannetti.

Nel corso dell’incontro, la consigliera di minoranza del comune di Arcidosso Guendalina Amati, ha parlato del contenuto riguardante la mozione dalla stessa presentata nel corso dell’ultimo consiglio comunale, circa la fattibilità di aprire un nuovo indirizzo di studi, con l’istituto Alberghiero ad Arcidosso.

La proposta illustrata dall’Amati, prevederebbe l'ampliamento dell'offerta formativa da offrire ai ragazzi del territorio amiatino, attraverso l'apertura dell'indirizzo per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera, ed è stata pensata in termini di sviluppo futuro per il turismo sostenibile ed enogastronomico dell'intera Amiata.

“Un progetto come questo, - dice Guendalina Amati - porterebbe investimenti nel medio e nel lungo periodo, nuovi posti di lavoro e cosa ancora più importante dei giovani professionalmente ed intellettualmente competenti e formati, che farebbero da traino per le nostre zone, ancora poco conosciute e che tanto invece hanno da offrire, con nuove idee ed energie propositive”.

Il sindaco di Casteldelpiano Michele Bartalini e gli altri amministratori presenti, hanno accolto con favore ed entusiasmo il progetto esposto dall'Amati. Il sindaco Bartalini ha confermato: “Un progetto simile che prevedeva proprio l'apertura di una nuova scuola era anche nel nostro programma elettorale presentato dal centrodestra di Casteldelpiano. Tra l’altro avevano già individuato possibili strutture atte ad accogliere l’eventuale nuovo plesso scolastico”.

“Nel caso in cui il comune di Arcidosso, - conclude il sindaco Michele Bartalini - non fosse interessato o non avesse la possibilità di trovare una sede per l'indirizzo alberghiero, Castel del Piano sarà lieto di sposare il progetto e se ne farà portavoce presso l'Amministrazione Provinciale, la Regione e gli Uffici scolastici competenti”.

"Una buona comunione d'intenti è quella che è emersa dall’incontro dei massimi rappresentanti del comune di Castel del Piano e la capogruppo di Rinasci Arcidosso, che fa ben sperare per il futuro di tutta l’Amiata. In questi casi, come tutti sappiamo, l'unione fa la forza. E proprio su quest’ultimo aspetto, - conclude Guendalina Amati – che dobbiamo tutti lavorare e remare dalla stessa parte, se vogliamo davvero dare un futuro alla nostra montagna. Occorre agire velocemente, con progetti pragmatici che abbiano poi ripercussioni su tutti i settori economici della nostra realtà. Vedo che anche il sindaco Michele Bartalini è su questa lunghezza d’onda a differenza di altri interlocutori”.