On. Elisabetta Ripani (Forza Italia).jpegGrosseto: "L’annuncio dello sblocco dei cantieri previsto nel decreto Semplificazioni occupa le prime pagine della stampa locale e nazionale e riaccende le speranze per le infrastrutture maremmane, in primis Tirrenica e Due Mari.

L’auspicio è che la speranza non si trasformi nell’ennesima illusione. Mentre i partiti di governo nazionale e regionale si lanciano in commenti euforici e fanno a gara per piazzare le bandierine, si consuma una realtà più complessa degli annunci. Il decreto è stato approvato al termine di un travagliato ed esasperato consiglio dei ministri con la formula “salvo intese”, che permette di modificare l’articolato del testo prima della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Per ora ci basiamo sulle slides presentate in pompa magna nell’ennesima conferenza stampa dal Premier Conte senza un provvedimento perfezionato che resta così suscettibile di modifiche. Inoltre manca all’appello un terzo dei 200 miliardi previsti per far ripartire 130 infrastrutture: in pratica il premier promette le grandi opere ma non ha i soldi per realizzarle. Per di più, l’elenco delle opere da affidare ai commissari non è entrato nel testo del decreto. Tirrenica e Due Mari vengono indicate come priorità nazionali, ma nulla è dato sapere su tempi, cronoprogramma e costi. Siamo abituati agli annunci dell’esecutivo ed ai mancati riscontri nella realtà, per cui la prudenza è d’obbligo, soprattutto adesso che siamo alle porte coi sassi di quelle elezioni regionali che potrebbero segnare le sorti di un governo già profondamente instabile.

Il Piano Italia Veloce potrebbe rivelarsi un’occasione storica per la Maremma, ma il timore dell’ennesima promessa da marinaio per accaparrare consensi, ritrovandosi a bocca asciutta dopo la tornata elettorale di settembre, è fondato e verosimile. Si proceda quindi in modo spedito e senza spiacevoli sorprese al completamento del Corridoio Tirrenico e della Due Mari. Forza Italia vigilerà attentamente sulle tappe formali per la realizzazione di infrastrutture fondamentali per il rilancio economico della nostra bellissima terra, che viene considerata dalla sinistra solo quando siamo in odore di elezioni", conclude Elisabetta Ripani, deputata di Forza Italia.