Grosseto via Porciatti notte (2).JPGLega plaude alla sinergia tra gli assessori Megale e Cerboni che porterà risparmio e nuovi investimenti.

Grosseto: “Investimenti che garantiranno risultati importanti sia in termini di risparmio energetico che economico, ma soprattutto un impegno preso e rispettato con un notevole miglioramento della qualità dell'illuminazione”.

Il gruppo consiliare della Lega di Grosseto plaude all'importante opera di sostituzione dei vecchi apparecchi dell'illuminazione pubblica con le nuove lampade a led. Un lavoro che il Comune di Grosseto ha ormai completato per la gran parte del territorio. Il gruppo consiliare della Lega, formato dal capogruppo Andrea Ulmi e dai consiglieri Mario Lolini, Claudio Pacella, Alfiero Pieraccini, Paolo Serra, Pierfrancesco Angelini, Pasquale Virciglio e Andrea Pieroni parla di un obiettivo raggiunto grazie alla sinergia dei due assessorati cui fanno riferimento gli assessori del Carroccio Riccardo Megale e Giacomo Cerboni.

“Il lavoro portato avanti dall'amministrazione guidata dal Sindaco Vivarelli Colonna e dalla partecipata Sistema – sostengono i consiglieri della Lega- dimostra l'importanza dell'attività coordinata degli assessorati ai lavori pubblici guidato da Riccardo Megale e Bilancio e Innovazione condotto da Giacomo Cerboni, che hanno permesso di raggiungere un obiettivo atteso da anni.

I vantaggi per l'amministrazione sono notevoli. Intanto una spesa per l'illuminazione che si dimezza, ma anche la possibilità, grazie alle lampade Led, di avere una migliore illuminazione e, di  conseguenza, garantire ai cittadini maggior sicurezza negli orari notturni”. Accanto a questo c'è la possibilità di effettuare nuovi investimenti. “La sinergia tra il Comune e la società in house Sistema, al cui interno ci sono professionalità che sono state in grado di farla preferire alle principali aziende nazionali del settore, inoltre – sostengono i consiglieri comunali della Lega- permetterà di rendere sempre più efficiente la rete di illuminazione pubblica.

Le risorse risparmiate sono state e continueranno ad essere investite in città e nelle frazioni per migliorare gli attuali standard di illuminazione delle strade e delle aree verdi, ma anche per coprire zone attualmente scoperte per una cifra complessiva di oltre 3,5 milioni”.