"I cittadini non si faranno più incantare dalle bugie, dalle promesse e dalle buone maniere di chi è stato vicesindaco per tre anni, poi sindaco per cinque e ”sindaco non sindaco” da maggio ad ora. Adesso basta, ma basta davvero!"

Follonica: Ora basta, ma basta davvero! Inizia così un comunicato stampa di Massimo Di Giacinto, capogruppo consiliare al Comune di Follonica della Lista Civica che porta il suo nome. Ormai sono e siamo stufi di sentirci dire da molti cittadini - continua Di Giacinto - che sindaco, giunta e consiglieri comunali, esponenti politici di centrosinistra ed i soliti “gruppi” che simpatizzano - legittimamente - per Benini continuano imperterriti e senza decenza a bisbigliare agli orecchi dei follonichesi che “tutto è fermo in attesa dell’udienza del TAR TOSCANA del 17 dicembre 2019”.

Tutto è fermo? In pochi mesi, e con l’estate di mezzo, sono riusciti a far approvare dal Consiglio Comunale la Variante n. 9 che prevede, in zona Bivio Rondelli, la costruzione di 120 nuovi appartamenti e circa 7.000 mq. a destinazione direzionale; hanno deliberato, in Giunta, la riorganizzazione della struttura comunale e, lunedì prossimo, il Consiglio Comunale sarà a chiamato ad esprimersi sull’avvio del procedimento di revisione del piano strutturale e la redazione del P.O.C. (Piano Operativo Comunale) cioè l’ex Regolamento Urbanistico, precedentemente Piano Regolatore. “Insomma cosucce da nulla” - ironizza Di Giacinto - solo per elencare le più corpose e complesse. Ed insistono, a sommo studio, a far passare il messaggio che “tutto è fermo” per colpa di quei cattivoni ed irrispettosi del centrodestra che hanno fatto ricorso.

Si l’abbiamo fatto - precisa Di Giacinto - per far valere i nostri diritti e garantire legalità, trasparenza e giustizia nell’interesse di tutti; e, sembra proprio, che gli sviluppi ci stiano dando ragione. Ma di cosa stiamo parlando? Il sindaco, ed i suoi, sanno benissimo che, fino alla sentenza del TAR TOSCANA del 17 dicembre prossimo, il primo cittadino è nel pieno dei suoi poteri e quindi può e deve, possono e devono, costruire qualsiasi atto amministrativo che ritengono opportuno. Credo che i cittadini - conclude Di Giacinto - non si facciano più incantare dalle promesse e dalle buone maniere di chi è stato vicesindaco per tre anni, poi sindaco per cinque ed al momento”sindaco non sindaco” da qualche mese. Adesso basta, ma basta davvero! La facciano finita, per cortesia.