Grosseto: "Si attende ancora la fissazione di una data certa per la definizione del passaggio della Caserma Barbetti, area individuata per la realizzazione di una nuova struttura penitenziaria per Grosseto e per il sud della Toscana". E' il Coordinatore Provinciale delle la UIL-PA Polizia Penitenziaria Sansone Francesco a dichiararlo.
"Apprendiamo la notizia del 16 ottobre del Ministro della Giustizia Alfonso Buonafede per una imminente acquisizione della caserma ex Ansaldo, ma di date ancora nulla - aggiunge il Coordinatore della UIL-PA Polizia Penitenziaria -, ribadiamo la necessità di una nuova struttura per la realtà maremmana, una promessa che viene dichiarata ormai da circa un ventennio, ma ora è arrivato il momento di concretizzare.

È alla politica del territorio in particolare che ci rivolgiamo e dalla quale ci aspettiamo fermamente un incisivo e concreto impegno affichè ciò avvenga in tempi brevi. Oggi - afferma Sansone Francesco - bisogna anche iniziare a ragionale che l’istituto limitrofo di Massa Marittima vive una problematica di sovraffollamento e distante per le autorità giudiziarie presenti a Grosseto, e che non rispetta i canoni di un istituto circondariale essendo nato esclusivamente per determinate tipologie di detenuti, la cosiddetta carcerazione attenuata ad avanzato standard trattamentale.
Ribadiamo - conclude il Coordinatore Regionale UIL PA Polizia Penitenziaria Sansone - la necessità di una data certa per l’acquisizione nel più breve tempo possibile dell’area per poter iniziare i lavori di un futuro carcere in un ottica Europea per l’espiazione delle pene delle persone private della libertà".