Stampa

petrucci-vivarelli.jpgGrosseto: “La lettura delle affermazioni della Cgil ci lascia sbigottiti e increduli: leggere di un assessore che, nel proprio esercizio di monitoraggio e controllo insieme ad un ispettore ambientale, ispezionando le vie su segnalazione dei cittadini, viene descritto come un molestatore di un lavoratore, è a dir poco inaccettabile”, così apre la nota dell’assessore all’Ambiente del comune di Grosseto, Simona Petrucci.

Siamo, - continua l’assessore all’ambiente - da sempre, vicini agli operatori di Sei Toscana e ne apprezziamo la competenza e la passione che mettono in un lavoro spesso difficile. Per questo, abbiamo semplicemente notato che l'operatore era decisamente sprovvisto di strumenti idonei.

Il Comune di Grosseto, in supporto ad Ato, svolge una normale attività di controllo e monitoraggio sui servizi di Sei Toscana, servizi che ricadono sempre sui cittadini e che, nel caso siano corrisposti ma non eseguiti, possono generare concreto rischio di danno erariale”.

“Questa Amministrazione, - commenta Simona Petrucci - fin dal suo insediamento, si è occupata in maniera convinta delle politiche ambientali, con azioni e comunicazioni che vanno nella direzione del miglioramento del servizio. Politiche che, grazie ad una oculata gestione delle risorse e lotta agli sprechi, ha portato ad una significativa riduzione della tariffa ai cittadini, senza intaccare minimamente l'entità degli interventi.

Anzi: abbiamo introdotto nuovi servizi come l'igienizzazione con macchina vapore del centro storico, pulizia con macchine semoventi e più efficaci, pulizia delle aree verdi sull'intero territorio comunale, l'attività di sorveglianza contro l'abbandono con strumenti tecnologici, attività di educazione ambientale per cittadini e studenti, riprogettazione di raccolta per le utenze domestiche. Abbassando le tariffe”.

Quello che, ancora una volta, condanniamo è un sistema che non dà strumenti di controllo, penalizza i cittadini ed anche i suoi lavoratori.

Il segretario della Funzione pubblica Cgil, oltre ad offendere una istituzione e gli uffici con termini ingiuriosi, parla senza conoscere il progetto. Come ormai consolidata tradizione di quel sindacato, la Cgil, invece di difendere i propri iscritti, fa politica becera: parla a sproposito di cose che ignora, dà giudizi superficiali, senza conoscere gli atti. Questa Amministrazione non ha ma tagliato nessun servizio, anzi. Abbiamo lavorato, con fatica e tenacia, per migliorare una città il cui decoro era sotterrato da incuria e abbandono. Ne sono una prova le decine di segnalazioni che, ogni giorno, continuiamo a ricevere dai cittadini per il mancato servizio, per l'omissione, per la poca qualità.

Continueremo a vigilare, per garantire al cittadino, che paga, un servizio all'altezza di quella tariffa che noi, grazie al nostro impegno, abbiamo diminuito. Invitiamo tutti ad utilizzare, per segnalazioni, la app GrossetoClean e a controllore se venga o meno spazzata la propria via nel giorno indicato”, così termina la nota di Simona Petrucci, assessore all'Ambiente.

 

Categoria: POLITICA
Visite: 612

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information