Follonica: “In città regna il degrado: Follonica è allo sbando ed è diventata un vero e proprio luogo in cui nessuno rispetta più le regole”.
La denuncia arriva da Sandro Marrini, capogruppo di Forza Italia nel Consiglio comunale di Follonica.

“La recente campagna ‘No ai comportamenti incivili’, lanciata dal Comune, è totalmente inefficace – sottolinea Marrini -. Più si parla del rispetto della città, più Follonica è in declino dal punto di vista del decoro.

E’ necessario far rispettare le regole, sono anni che mi batto affinchè vengano messe in pratica ordinanze che contrastino il degrado e i bivacchi. Nel lontano 2010, il sindaco Eleonora Baldi emanò un’ordinanza ad hoc dopo una mia interpellanza in Consiglio comunale, promettendo che sarebbe stata rafforzata, ma da allora non è stato fatto più niente per risolvere le problematiche che affliggono la città”.

Marrini entra poi nel dettaglio: “Più che da rappresentante politico, voglio parlare da comune cittadino che frequenta Follonica ogni giorno – spiega il capogruppo di Forza Italia -. Basta fare una passeggiata per notare gente che dorme sdraiata sulle panchine, per scorgere persone che bivaccano davanti alla chiesa di San Leopoldo, uno dei simboli della città, per vederne altre che utilizzano le strade come bagni a cielo aperto. Per non parlare delle pinete, non illuminate e che di notte diventano il ritrovo di gente che crea giacigli di fortuna per dormire”.

L’esponente di Forza Italia focalizza la sua attenzione anche su altri aspetti: “I parcheggi per disabili sono occupati puntualmente da persone senza la relativa autorizzazione, in via Roma è tutto un viavai di persone con bottiglie di vetro in mano, senza maglietta o, anche peggio, che sfrecciano in sella alle loro bici snobbando i divieti e creando un pericolo ai pedoni”.

Quindi, Marrini lancia alcune proposte per migliorare questa situazione: “Sarebbe sufficiente almeno un vigile urbano in via Roma e zona centro, e ripristinare la figura del vigile di quartiere nel resto della citta’. Altra cosa, non capisco a cosa servano le numerose telecamere sparse per Follonica se poi la gente non viene punita perché non rispetta i regolamenti”.
“La mia non è un’accusa nei confronti della Polizia municipale – conclude Marrini -, che svolge il suo lavoro, ma verso l’amministrazione, che dovrebbe combattere con più energia il degrado che regna in città. Non bisogna limitarsi solamente a pubblicare locandine, a diffondere campagne informative o a fare le multe a chi non paga il ticket per il parcheggio, ma servono azioni concrete affinchè residenti e turisti rispettino le regole. In fondo, promuovendo il decoro, sarà possibile mostrare una Follonica più bella e far diventare la città ancora più attraente per i visitatori”.