Un nuovo volto e nuove prospettive di sviluppo al Capoluogo: albergo diffuso, incentivi per attività ricettive e commerciali, sgravi fiscali per i nuovi residenti.

Scarlino: “Ci teniamo a un paese vivo e vivace, che ha nelle proprie tradizioni, nel buon vivere, nella tranquillità, nella sicurezza e nei servizi a portata di mano, la chiave della qualità della vita per residenti e turisti”. Il programma di Marcello Stella e della lista “Scarlino Insieme”, per il Capoluogo prevede una serie di interventi di riqualificazione del centro urbano e per favorire la residenzialità. Sempre partendo da uno dei punti fondamentali intorno ai quali ruota il programma, ovvero Scarlino come un comune, in cui l'integrazione territoriale e tra diversi centri abitati è l'elemento di forza e di identità.

Il primo punto, prevede di affidare un incarico a un progettista specializzato per realizzare il Regolamento del Centro centro storico, in aggiunta al Piano operativo.
Altri aspetti qualificanti del programma  riguardano alcune realizzazioni per facilitare i residenti e favorire le presenze turistiche. A partire dall'ospitalità, con il cosiddetto sistema dell'albergo diffuso, una forma innovativa di ricettività tipica dei borghi e dei centri storici più piccoli, che diventano un albergo unico (diffuso, appunto) utilizzando case e appartamenti non abitati. Un percorso che il Comune ha già avviato con i cittadini. Accanto a questo progetto, è prevista la possibilità di modificare le destinazioni d'uso in strutture ricettive, di ristoro e di servizi turistici per ampliare e differenziare la ricettività, favorendo l'aumento delle presenze turistiche.

È allo studio anche un sistema di tassazione per agevolare l'insediamento di nuove famiglie, di giovani coppie e di attività commerciali.
Infine, per facilitare i collegamenti, sarà realizzato il percorso pedonale che dal centro storico porta alla zona 167 La Valle, lungo la via panoramica.