donzelli.jpgSu portale Regione posizioni per 15 facchini a tempo determinato. "No a sostituzione manodopera a basso costo".

Firenze: "Ci auguriamo che la gestione commissariale di Cft porti risultati concreti nell'interesse dei lavoratori.

In questo contesto ci lascia perplessi che, a fronte degli sforzi per la stabilizzazione dei lavoratori e per il pagamento degli stipendi arretrati, sullo stesso portale del lavoro della Regione Toscana si offrano 15 posti per facchini a tempo determinato, con disponibilità a lavorare sei giorni su sette anche di notte.

Continueremo a vigilare per scongiurare che, sulla pelle dei lavoratori, si metta in atto quella che sarebbe una inaccettabile operazione di sostituzione delle attuali maestranze con manodopera precaria a basso costo. I sindacati che ne pensano?". E' quanto afferma il deputato di Fratelli d'Italia Giovanni Donzelli, commentando l'esito del tavolo su Cft che si è svolto oggi in Regione Toscana. 

"A pagare una crisi creata dall'incapacità del sistema delle cooperative rosse non possono essere le migliaia di lavoratori che operano intorno al colosso - sottolinea Donzelli - Cft, come altri soggetti, è stata usata come parcheggio di lusso dai partiti della sinistra che ha portato ad una gestione scellerata: si chieda conto a loro della crisi.

Non un euro venga sottratto dagli stipendi dei lavoratori di Cft - conclude Donzelli - per ripianare il debito l’azienda e il tribunale si rivalgano sugli amministratori incapaci, poltronati dalla sinistra, che l’hanno ridotta sull’orlo del baratro".