Marco Donati capalbio sindaco.jpgMarco Donati: “La trovo una scortesia non tanto rivolta a me o all'altro candidato, quanto ai cittadini capalbiesi”.

Capalbio: "Sono perplesso. Fino a qualche giorno fa venivo tirato da tutte le parti per fare dibattiti improvvisati con gli altri candidati sindaco e ora che finalmente un soggetto come Capalbio Libri si rende disponibile a organizzare un incontro serio con regole democratiche per far conoscere tutti e tre i candidati ai cittadini, Valerio Lanzillo diserta la riunione organizzativa e fa sapere che non parteciperà.

La trovo una scortesia non tanto rivolta a me o all'altro candidato, quanto ai cittadini capalbiesi, un vecchio costume caro a una certa parte politica che fa della presunzione e della superiorità la propria arma. Ma questo ormai non stupisce più nessuno, non fa breccia e non crea suspence o aspettative. I cittadini hanno bisogno di persone concrete che non snobbano i problemi quotidiani, ma anzi vanno tra la gente, ascoltano spesso il malcontento e recepiscono le idee e gli spunti progettuali. 

Evidentemente Lanzillo preferisce i tweet di Salvini e le pagine nazionali piuttosto che le piazze capalbiesi e i confronti con i cittadini che però, per me e per la mia lista sono gli unici veri destinatari di ogni azione di governo sul territorio. Per questo io ringrazio Capalbio Libri per l'organizzazione del dibattito, mi scuso con tutti coloro che ci avrebbero ascoltato ma per quello che mi riguarda ogni giorno mi troverete a Capalbio, nelle frazioni, nelle strade, nelle piazze per il futuro di questo straordinario territorio!", così termina la nota di Marco Donati