ALDO IAVARONE.jpgFollonica: A seguito dell’articolo apparso sugli organi di stampa locali e online interviene nuovamente sull’annoso problema dell’impianto di depurazione di Follonica,  gli esponenti di “Follonica nel cuore” dichiarano:  

“Abbiamo rivolto al sindaco e all’Amministrazione Comunale una serie di domande sollevate dai residenti dei quartieri Casarello, Salciaina e Senzuno, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta. L’atteggiamento indifferente della Giunta, le mancate risposte riguardo agli interventi di manutenzione mai eseguiti negli ultimi anni, ci fanno quindi pensare che non sia stata inoltrata all’Acquedotto del Fiora neppure la richiesta di intervento per l’ammodernamento e ampliamento dell’impianto”.

Continua il comunicato: “Inoltre dove e come vengono smaltiti i fanghi prodotti dall’impianto? Il malfunzionamento del depuratore rappresenta un rischio per la salute dell’intera comunità, oltre ad avere una pessima ricaduta sul turismo e sulle attività ad esso collegate. Riteniamo che il problema non debba essere sottovalutato o, peggio ancora, accantonato. Pertanto nei prossimi giorni effettueremo una raccolta firme nei quartieri maggiormente compromessi. 

Il Nostro intento è quello di stimolare il Fiora affinché inserisca nel proprio piano dei lavori anche l’ammodernamento e l’ampliamento del nostro impianto di depurazione. Riteniamo infatti che l’attuale depuratore non sia sufficiente a smaltire i liquami prodotti dai residenti ma soprattutto che, durante la stagione estiva con l’incremento dei turisti, il sovraccarico dell’impianto possa generare malsani sversamenti con conseguenze inaccettabili per la comunità”.