ato.jpgArezzo: “Nel seguire costantemente lo stato del servizio di raccolta rifiuti in tutti i Comuni di ATO Toscana Sud, raccogliendo le rimostranze per i disservizi pervenute in questi giorni da parte di numerose Amministrazioni comunali”, così la nota ATO Toscana Sud a firma del direttore generale Paolo Diprima,

che prosegue: “l’Autorità ha oggi nuovamente sollecitato il Gestore SEI Toscana ad un pieno ripristino degli standard di servizio in tutto il territorio, con particolare riferimento alle situazioni che le sono state formalmente segnalate come di particolare criticità nei Comuni di Cortona, Castiglion Fiorentino, Lucignano, Asciano, Marciano della Chiana, Montepulciano, Foiano, Rapolano Terme, Arezzo, Chianciano, Gavorrano”.

Termina così la nota di ATO: “Con l’occasione, nel condividere l’esigenza di affrontare le criticità emerse sul fronte della forza lavoro con una politica del personale strutturata e strutturale in una prospettiva di medio termine, l’Autorità ha precisato al Gestore che la programmazione dei servizi di raccolta può già essere adeguatamente condotta sulla base dei Piani di Riorganizzazione dei Servizi che da tempo sono stati approvati dall'Assemblea dei Sindaci di ATO Toscana Sud per quasi tutte (13 su 17) le aree territoriali dell’Ambito (AOR) e che costituiscono espressamente componenti del Piano d’Ambito. In particolare i Comuni interessati in questi giorni dalle maggiori criticità nei livelli di servizio rientrano tutti in AOR per le quali i Piani di riorganizzazione dei Servizi sono stati già approvati”.