semproniano_3.jpgIl sindaco Luciano Petrucci è sereno, sono eleggibile.

Semproniano: Assistito dai suoi legali di fiducia, il neo sindaco di Semproniano Luciano Petrucci ha depositato la scorsa settimana le controdeduzioni sulla sua presunta ineleggibilità, sollevata dai consiglieri di minoranza durante lo scorso consiglio comunale.

La querelle, per dovere di cronaca, era stata sollevata subito dopo le lezioni dello scorso 10 giugno da parte dei consiglieri di minoranza guidati da Alfonso Cavezzini. La minoranza contestava il fatto che secondo cui Petrucci, essendo all’epoca dei fatti il presidente di una cooperativa proprietaria dell’immobile dove è situata una struttura RSA (Residenza pe anziani) convenzionata con la Asl, lo stesso non era eleggibile per la carica di primo cittadino.

Il sindaco Petrucci si dice tranquillo sull’intera vicenda. Lo stesso tiene a precisare: “La cooperativa Società Op. Semproniano 1979, della quale ero presidente, è solo proprietaria dell’immobile dove è situata la RSA, ma non gestiste il servizio d’assistenza agli anziani. Quindi non aveva e non ha nessuna convenzione con la Asl”.

Continua il primo cittadino di Semproniano: “La cooperativa che invece detiene  la convezione con il Servizio Sanitario Nazionale per la gestione del servizio di assistenza è la Cooperativa 95, quindi un’altra entità”.

Termina cosi Luciano Petrucci: “Con i miei legali abbiamo esaminato tutta la questione e inviato alla prefettura  tutto il carteggio. Pertanto sono sereno. Quanto sollevato dalle minoranze sul dubbio della mia ineleggibilità è privo di ogni fondamento”.