Santa Fiora: "Il raduno di auto d’epoca delle Fiat 500 a Santa Fiora è stato un flop totale che ha creato molti disagi a tutti i cittadini chiudendo per due giorni un intero paese aspettando chi non è mai venuto". Lo sostengono i Consiglieri comunali Un Comune per Tutti Riccardo Ciaffarafà, Paolo Vichi, Giacomo Albertini.
“Raduno - si legge nella nota - si fa per dire viste le presenze. Infatti sia nella giornata di sabato che nella giornata di domenica non si sono viste auto d’epoca sfilare per il paese (se non nella misura di 2 o 3 unità).

Una organizzazione deficiente sotto tutti i punti di vista che ha messo a nudo la superficialità con la quale si organizzano eventi in questo comune da parte della Amministrazione comunale e della Proloco.
E’ inaccettabile chiudere per due giorni un intero paese e bloccarne di fatto la circolazione per accogliere 2 o 3 auto d’epoca con diverse persone della VAB schierati con transenne a bloccare le entrate del paese con costi enormi per la collettività.
Ma siamo alle solite: grandi pubblicità e grandi proclami e nessun fatto e questa ne è la dimostrazione. Predisporremo, nei prossimi giorni, un’interrogazione all’assessore di competenza, che è bene ricordare essere un esterno e abitante in altro paese, per sapere e capire quanti soldi sono stati spesi per questo flop da parte dell’Amministrazione comunale e per capire quanti soldi riceve la Proloco di Santa Fiora ogni anno dal Comune per organizzare eventi inutili che spesso portano solo disagi alla cittadinanza.

Sarebbe opportuno, dopo questa ennesima brutta figura, che il presidente della Proloco (Marcella Fazzoli) rassegnasse le dimissioni e così anche l’assessore esterno al turismo (Alessandro Ciaffarafà) che, evidentemente, hanno dimostrato di non saper svolgere il proprio ruolo.
In questo comune si fanno tante chiacchere e pochi fatti: sarebbe bene che Sindaco e amici pensassero di più ai servizi che mancano e che sono stati tagliati e meno ad iniziative che non portano niente al paese".