Castiglione della Pescaia: È stato approvato il nuovo regolamento sulle feste a Castiglione della Pescai, molte innovazioni tra le quali lo smaltimento dei rifiuti, di stoviglie riciclabili, il tutto da adeguare in tre anni. Le feste di tipo gastronomico sono state ridotte dagli attuali nove giorni a sette, dando però la possibilità del frazionamento in due periodi consecutivi di tre e quattro giorni. Il termine “sagra” è sostituito con la parola “feste”, la somministrazione di alimenti e bevande deve privilegiare i prodotti gastronomici tipici del territorio e dei luoghi nei quali si svolge la manifestazione, direttamente attinente a quest'ultima, con specifico riferimento alla stagionalità del prodotto stesso e con l'obbligo di tracciabilità.

Forza Italia nel gruppo Dare, si è compiaciuta per la raccolta dei rifiuti, ma in sede di Consiglio ha presentato un emendamento affinché i suddetti 7 giorni siamo continuativi e non frazionati, dando per scontato che verrebbero richiesti nei fine settimana e non nei primi giorni. "Abbiamo aggiunto nella proposta - spiega Massimiliano Palmieri - che la somministrazione di alimenti e bevande non debba “privilegiare” prodotti gastronomici tipici del territorio, perché la parola privilegiare sottende la possibilità di un'alternativa, per cui vorremmo che siano obbligatoriamente prodotti a Km 0, visto che siamo in Maremma, non in un posto qualsiasi, terra che da tempo immemorabile è votata alla agricoltura ed alla pesca con prodotti che vengono riconosciuti di eccellenza e tra l’altro sostenuti e promossi dal neo comitato Distretto agroalimentare della Toscana Sud. La proposta è stata supportata oltre che da noi, dal movimento 5 stelle, ma la maggioranza ha votato contro approvando la loro senza modifica alcuna".