Grosseto: Anche la Segreteria Provinciale della Federazione PCI Grosseto chiede gli atti e le informazioni che sino ad oggi non sono stati concessi con risposta scritta dall’Istituto Falusi dal consigliere Mauro Lorenzini nonostante le numerose richieste che si sono succedute da novembre 2017, l’ultima delle quali è datata 3 aprile 2018.
Così il PCI ha deciso di chiedere ancora al Direttore del Falusi con una nota di accompagnamento quegli atti e quelle informazioni che ad oggi non hanno avuto risposta.

Grosseto: "La gestione dei rifiuti in Toscana, declinata sugli Ato e affidata a Sei, è chiaramente disastrosa - afferma il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna -: chiediamo le dimissioni in toto del Cda di Sei Toscana. Chiediamo che i commissari prolunghino il loro impegno, che andrebbe in scadenza a fine mese, e verifichino nel dettaglio come Sei Toscana abbia speso i soldi dei contribuenti, visto il bilancio negativo. Proprio per questo chiediamo che il prefetto di Siena conferisca ai commissari mandato pieno non solo per il controllo della parte contrattuale ma anche di quella gestionale ed economica.

Orbetello: “Stentiamo a crederlo - afferma Marco Casucci, Consigliere regionale della Lega - ma pare confermato che, a breve, verrà definitivamente chiusa la stazione ferroviaria di Orbetello la quale, specialmente d’estate, è ovviamente molto frequentata dai turisti.”

Follonica: "Premesso che Follonica da anni si aggiudica il riconoscimento di Bandiera Verde come costa a misura di bambino in termini di ambiente, caratteristiche e servizi - scrive il capogruppo di Forza Italia Sandro Marrini in un'interrogazione al Sindaco e al presidente del Consiglio comunale -. Un riconoscimento che ci rende orgogliosi e che avrebbe ancora un motivo in più per essere attribuito se la città potesse contare su un ambulatorio pediatrico, grave carenza che continua a creare disagi.

Follonica: Dalla tragica sparatoria di via Matteotti passando per lo spaccio di droga, i furti e la microciminalità, fino all'aggressione – pochi giorni fa - a una ragazza alla stazione ferroviaria. Negli ultimi mesi la ricrudescenza di certi episodi sta segnando la quotidianità di Follonica e sul tema, anche alla luce dell'ultima storia che ha visto protagonista una giovane in pieno centro cittadino, intervengono i consiglieri comunali di minoranza Filippo Asta e Daniele Pizzichi del Gruppo Misto, Agostino Ottaviani di Fratelli d'Italia.

Grosseto: "Un bilancio in rosso, una società pubblico-privata commissariata e un presidente che ad appena un anno e mezzo dalla sua nomina lascia l’incarico senza dare spiegazioni, subito dopo l’approvazione del resoconto del 2017 da parte del consiglio d’amministrazione e a pochi giorni dal passaggio del bilancio nell’assemblea dei soci. Una situazione paradossale, con risvolti che purtroppo ricadono sui cittadini di Grosseto, Siena e Arezzo, costretti ogni giorno a fare i conti con un servizio che non corrisponde alle richieste dei Comuni e soprattutto alle tasse, salate, versate dalla popolazione per sostenerlo.

simbolo nuovo fratelli d'italia.JPG“La vicenda che tiene banco in questi giorni all’interno di Sei Toscana è che si legge su tutti i quotidiani e mass media è solo la punta di un Iceberg, le cui dimensioni sono incalcolabili”.  

Grosseto: A dirlo sono gli esponenti locali di Fratelli d’Italia – Grosseto: “A nostro avviso – dice Bruno Ceccherini, consigliere e capogruppo comunale a Grosseto, – sono sicuramente gravi le dimissioni del presidente di Sei Toscana Roberto Paolini, in quanto avvenute solo a poche ore dall’approvazione del bilancio dell’azienda.

leganord.pngDi Marco Masucci

Follonica: “A prescindere dal grave e sanguinoso fatto di cronaca di qualche tempo fa-afferma Marco Casucci, Consigliere regionale della Lega-il problema sicurezza nella città di Follonica appare variegato, complesso e presente da troppo tempo, senza che nessuno abbia mai provato seriamente a risolvere la delicata questione(da parte nostra, siamo pronti a portare il caso in Consiglio regionale)”.”

Fratelli d’Italia ha fatto la sua parte per realizzare questo risultato.

Grosseto: “Il voto delle elezioni amministrative del 10 giugno, premia nella nostra provincia le liste civiche sostenute dal centrodestra”, questo è quanto afferma Fratelli D’Italia – Grosseto tramite il portavoce provinciale Fabrizio Rossi.
Continua ancora l’esponente provinciale di FDI: “Vedendo i risultati usciti dalle urne, l’analisi che possiamo fare relativamente ai quattro comuni dove si è andati a votare nella nostra provincia, Gavorrano, Magliano, Monte Argentario e Semproniano possiamo notare che le liste sostenute dalla coalizione di centrodestra hanno fatto nel complesso molto bene, ottenendo 2 comuni su 4, Semproniano e Magliano.

On. Mugnai e Marchetti guardano ai ballottaggi: «Al lavoro per archiviare il capitolo ‘Toscana, regione rossa’»

Firenze: «Già i risultati del primo turno sono positivi. Ora al lavoro per i ballottaggi nei sei comuni sopra i 15mila abitanti per archiviare e consegnare alla storia il capitolo: ‘Toscana, regione rossa’»: così Forza Italia, i cui vertici regionali – il coordinatore toscano on. Stefano Mugnai e il Capogruppo in Consiglio regionale Maurizio Marchetti – hanno incontrato i giornalisti questa mattina a Firenze, nella sede del Consiglio regionale toscano a Palazzo del Pegaso, per fare il punto sugli esiti del primo turno delle elezioni amministrative 2018 che, in Toscana, hanno coinvolto 21 comuni fra cui i tre capoluoghi di Massa, Pisa e Siena.

Grosseto: La federazione provinciale di Fratelli D’Italia – Grosseto, plaude alla grande vittoria di Luciano Petrucci e la lista “Semproniano Bene Comune”, alle amministrative del comune di Semproniano.

A dirlo è Fabrizio Rossi, portavoce provinciale di FDI Grosseto: “Noi come forza politica abbiamo da subito fortemente voluto e sostenuto la candidatura a sindaco di Luciano Petrucci, espressione del nostro partito, una persona seria, preparata e ottimo conoscitore del territorio”.

Grosseto: "L'Udc di di Grosseto - commenta il commissario provinciale P.Vanni - esprime soddisfazione per l'elezione a sindaco di Diego Cinelli a Magliano e di Luciano Petrucci a Semproniano che, con le rispettive liste civiche, hanno dimostrato un concreto radicamento sul territorio e la giusta attenzione ai problemi delle loro comunità raccogliendo una importante fiducia.

Grosseto: "I cittadini di due Comuni su quattro hanno scelto il centrodestra".  Commenta così i risultati delle Amministrative il coordinatore provinciale di Forza italia Sandro Marrini. "Due risultati importanti - dice Marrini - che confermano l’ascesa della nostra coalizione in Maremma, terra storicamente governata dal centrosinistra. Da coordinatore provinciale di Forza Italia rivolgo i miei più sentiti complimenti ai neo sindaci di Magliano in Toscana, Diego Cinelli, e di Semproniano, Luciano Petrucci. Due cari amici a cui auguro buon lavoro: sono certo che entrambi sapranno gestire al meglio le amministrazioni che sono stati chiamati a guidare.

Roccastrada: "Limatola - si legge nella nota del Comitato Insieme per Roccastrada a firma del coordinatore Moreno Bellettini -, esempio della sindrome di onnipotenza degli incapaci , ma intoccabili, quale pensa di essere, il “consigliere circoscrizionale di Ribolla”, OPS scusate il sindaco di Roccastrada. Visto la isterica reazione del Limatola, messo di fronte alle proprie scelte e responsabilità dalla legge, essendo indagato per omissione in atti di ufficio e chiamato a giustificarsi per un probabile danno erariale, dopo una richiesta di chiarimenti del consigliere regionale Marcheschi di FdI, reagisce stizzito, ciancicando e cercando, come al solito, di spalmare le proprie incapacità su coloro che le mettono in evidenza.

Pizzichi: "Deve essere tenuto presente che persiste sull’ Ippodromo dei Pini di Follonica un procedimento amministrativo di revoca della concessione stipulata nell’ano 2003 a seguito di irregolarità datato anno 2011.

Follonica: "Le irregolarità all’epoca erano molteplici - scrive il consigliere comunale Daniele Pizzichi a proposito dell'Ippodromo di follonica - e afferivano dall’uso improprio della Clinica Veterinaria ,che risulta chiusa dal 31/8/2013, all’uso improprio delle foresterie.
Vi era anche all’epoca  la cattiva conservazione dell’impianto , criticità che ancora oggi si abbatte sulla struttura, ( per fare solo un esempio, il più eclatante,  pochi giorni fa durante una mia  visita alla struttura ho potuto notare la presenza di pecore a pascolare in quello che dovrebbe essere il parcheggio per le auto situato oltre via Massetana ) .

Parapiglia a Monte Argentario, aggredita verbalmente la candidata del centrodestra Priscilla Schiano.

Grosseto: È stata del 66,17% l'affluenza alle urne in Maremma dove si votava in quattro comuni, Gavorrano, Magliano in Toscana, Monte Argentario, Semproniano.

logo lista PD Tarquinia.pngNel corso dell’ultimo consiglio comunale si è discusso della variazione di bilancio relativa all’attuazione del piano della sicurezza.

Castiglione della Pescaia: Tale piano, finanziato con una cospicua cifra stanziata dal ministero degli interni nell’ambito del decreto Minniti, richiede un modesto co-finanziamento da parte del Comune.

Roccastrada: Duro attacco della Baccetti di “insieme per Roccastrada” al Sindaco di Roccastrada. "Sindaco e giunta - dice - bravi soltanto a parole. Paesi abbandonati, economia allo sfascio, indebitamento alle stelle oltre 900 euro ad abitante, neonati compresi. 6 milioni di euro di evasione contributiva, un Comune al fallimento".

Il sindaco Limatola: “Gestione oculata, con mantenimento di servizi, abbassamento delle tariffe e nuove opportunità”

Roccastrada: “Il bilancio consuntivo conferma la gestione oculata delle risorse negli ultimi anni, la capacità del Comune di mantenere i servizi abbassando tasse e imposte comunali e l'avvio di nuove opportunità per cittadini e famiglie nonostante le difficoltà che hanno colpito gli enti locali e, in particolare, la nostra realtà.

Castiglione della Pescaia: "Nel corso dell’ultimo consiglio comunale - scrive il PD di Castiglione - si è discusso della variazione di bilancio relativa all’attuazione del piano della sicurezza. Tale piano, finanziato con una cospicua cifra stanziata dal ministero degli interni nell’ambito del decreto Minniti, richiede un modesto co-finanziamento da parte del Comune. A favore della variazione di bilancio, insieme alla maggioranza, si è schierato dall’opposizione anche il gruppo di Forza Italia.