rubrica baccetti.png

Rubrica settimanale di approfondimento culturale, storico, educazione civica, scuola e attualità.

di Simonetta Baccetti

Non esiste la storia , se non c’è la Mamma, non esiste l’arte se non c’è la mamma , non c’è letteratura senza la Mamma, non c’è vita senza la mamma. Se ne devono fare una ragione, tutti coloro che parlano di genitore 1, genitore 2, perché  la parola  mamma racchiude in sè il concetto di vita, un  riferimento nella fase di crescita, che domina tutto il percorso di vita.  Mamma è il  termine comune in tutte le lingue,  mamma esiste da sempre, è  la parola più utilizzata nel linguaggio comune .

Tu sei lo specchio di tua madre e lei in te rievoca il bell’aprile della sua giovinezza, (Sant’Agostino).

rubrica baccetti 1.jpgLa figura della mamma ha sempre avuto una enorme importanza  nei secoli, basti pensare che in epoca preistorica la madre, era interpretata come una divinità, capace di dare vita,  in Egitto,  il faraone era protetto  della dea Iside, la dea madre, in Grecia,  Demetra, rappresentava la madre, che soffre per la figlia Persefone, noi Cristiani,  preghiamo Maria, madre di Gesù, nell ’antica Roma, Cornelia madre dei Gracchi, ha rappresentato la figura materna, solo per citarne alcune, la lista sarebbe infinita.

La “mamma”  nella letteratura a livello mondiale, Penelope,  moglie di Ulisse e madre di Telemaco –  Maruzza la Longa ne "I Malavoglia" - nell’Iliade, Teti, madre di Achille, per passare  a Pascoli, a Quasimodo, al Foscolo di "In morte del fratello Giovanni", ma anche all'Ungaretti di "La madre", ed anche qui sarebbe lunga la lista di autori che hanno trovato nella figura materna elemento portante nelle loro opere.

L’arte in generale  ha sempre attribuito un ruolo centrale alla figura della mamma

rubrica baccetti 2.jpgCaravaggio

L’arte ha sempre utilizzato la figura materna , per trasmettere amore, legame, per raffigurare la vita. Nell’arte l’amore materno è anche metafora di valori e sentimenti, o “mater” che rappresenta protezione,  l’ideale di Patria e civiltà.

La scienza ci parla dell’importanza del ruolo materno per il bambino,  “ Il rapporto madre-bambino si instaura già durante la vita intrauterina”  …… Molti gli studiosi che ci spiegano l’importanza della relazione madre-bambino, nei primi anni di vita.

L’ intento di questo mio semplice articolo, vuole essere quello di far riflettere sul  valore che la parola “Mamma” racchiude in sè, la storia ne è testimonianza, il futuro ne deve essere certezza.   Concludo, facendo gli auguri a tutte le mamme, che combattono, che resistono, che amano ……   perchè la Mamma è eternità.