Stampa
Categoria: OGGI PARLIAMO DI...
Visite: 435

DDA antimafia.jpegRubrica settimanale di approfondimento culturale, storico, educazione civica, scuola e attualità.

di Simonetta Baccetti

Il 1° marzo 2017, con voto unanime alla Camera dei Deputati, è stata approvata la proposta di legge che istituisce e riconosce il 21 marzo quale: “Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie”.

Parlare di mafia non è cosa facile, l’articolo  di oggi vuole essere un modo semplice  per ricordare tutte le vittime innocenti della mafia. Parlo semplicemente da genitore, da insegnante, da cittadina, e guardo al futuro della mia Nazione, dei giovani, con un unico messaggio che è quello dell’affermazione del bene collettivo, di un inno alla vita, alla giustizia,  contro ogni mafia.

Falcone Borsellino.jpgChe cosa è la mafia, il dizionario ci dice:

“Organizzazione criminale suddivisa in più associazioni (cosche o famiglie ), rette dalla legge dell'omertà e della segretezza, che esercitano il controllo di attività economiche illecite.”

La storia della mafia in Italia è  rappresentata da  fatti di sangue e stragi, che ha fatto tante , troppe vittime innocenti. Sappiamo tutti che la mafia non è solo questo, ma molto di più,  la si può sconfiggere solo con la cultura della legalità, del giusto e del dovere.

Frasi di Giovanni Falcone:

- "Ci si dimentica che il successo delle mafie è dovuto al loro essere dei modelli vincenti per la gente. E che lo Stato non ce la farà fin quando non sarà diventato esso stesso un «modello vincente";

- "La mafia non è una società di servizi che opera a favore della collettività, bensì un’associazione di mutuo soccorso che agisce a spese della società civile e a vantaggio solo dei suoi membri".

Frasi di Paolo Borsellino:

- "Se la gioventù le negherà il consenso, anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo";

- "La lotta alla mafia deve essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità”.

Oggi in tutto il Paese ci saranno iniziative per commemorare le vittime innocenti della mafia, ma quello che ci auguriamo tutti è che il 21 marzo non sia  una data fine a se stessa,  ma un impegno di tutti i giorni,  nelle scuole, nelle università, in famiglia, per portare avanti i valori della legalità,  primo antidoto  contro le mafie e corruzione.

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information