gregorio VII papa.pngRubrica settimanale di approfondimento culturale, storico, educazione civica, scuola e attualità.

di Simonetta Baccetti

“La Maremma, questa terra: o mite terra, Maremma amara, terra di briganti, terra aspra, meravigliosa terra. La Maremma una terra che ha avuto presenze preistoriche, etrusche, romane fino ad arrivare al medioevo, dove si ha menzione della Maremma persino nella Divina Commedia.

Rubrica settimanale di approfondimento culturale, storico, educazione civica, scuola e attualità.

di Simonetta Baccetti

Precisamente ci addentriamo in uno dei posti più belli della nostra terra, precisamente nel cuore del Parco naturale della Maremma, a circa 15 km a sud-ovest di Grosseto, dove troviamo l’Abbazia di San Rabano, immersa in una fitta vegetazione,  grande monastero benedettino d’epoca medioevale,  un tempo conosciuta come monastero di Santa Maria Alborense.

provincia gr.JPG

Rubrica settimanale di approfondimento culturale, storico, educazione civica, scuola e attualità.

di Simonetta Baccetti

800px-Bocca_della_verità Wikipedia.jpg

Rubrica settimanale di approfondimento culturale, storico, educazione civica, scuola e attualità.

di Simonetta Baccetti

pc computer (1).jpgRubrica settimanale di approfondimento culturale, storico, educazione civica, scuola e attualità.

di Simonetta Baccetti

computer.jpg

Rubrica settimanale di approfondimento culturale, storico, educazione civica, scuola e attualità.

di Simonetta Baccetti

Internet, argomento arduo e delicato, non basterebbero articoli e articoli per poter affrontare nel pieno tutti i suoi aspetti, da quelli positivi a quelli negativi. Possiamo affrontare l’argomento,  affermando che viviamo nell’era di internet, ma  viviamo anche una vita normale, ed è proprio quando “internet” si appropria della  “vita” che dobbiamo iniziare a preoccuparci.

targa arceri grosseto.jpg

Rubrica settimanale di approfondimento culturale, storico, educazione civica, scuola e attualità.

di Simonetta Baccetti

Grosseto: Forse non tutti sanno che questa lapide, che si trova a Grosseto sotto l’arco di Porta Vecchia, ricorda l'assedio del 1328, dove i grossetani nei giorni tra il 17 e 21 settembre hanno combattuto valorosamente alla guida di Bino degli Abati del Malia, contro il nemico tedesco Ludovico il Bavaro, che voleva espugnare la città di Grosseto.