di Giulia Lafavia - Sweet and Salty Corner

Grosseto: I pizzoccheri della Valtellina sono un piatto invernale e perchè no, quasi natalizio! Direttamente dalla montagna.
I pizzoccheri sono un tipo di pasta originario della Valtellina, nello specifico di Teglio. In pratica sono delle fettuccine lunghe circa 6/7 cm e spesse circa 3 mm.

La loro particolarità sta nel colore grigiastro dovuto all’ impasto fatto con circa 2/3 di farina di grano saraceno e il restante terzo di farina di frumento.
La ricetta classica li vede accompagnati da cavolo verza, patate e formaggio il tutto condito con burro fuso aromatizzato all’aglio e una macinata di pepe.
Io ho fatto la ricetta tradizionale omettendo l’aglio e sostituendolo con della salvia e devo dire che sono davvero un buonissimo piatto della tradizione della montagna.

Ecco i miei pizzoccheri della Valtellina.

Ingredienti (per 5/6 persone):
    500 gr di pizzoccheri
    200 gr di patate
    125 gr di burro
    200 gr di cavolo verza
    200 gr di formaggio che fonde (io fontina)
    100 gr di parmigiano
    pepe
    3/4 foglie di salvia

Per prima cosa ho sbucciato le patate e le ho tagliate a cubetti, poi ho lavato il cavolo verza e ho tagliato anche questo a pezzetti.
Ho messo a cuocere patate e cavolo in abbondante acqua bollente.
Dopo 5 minuti di cottura ho aggiunto i pizzoccheri alle verdure e ho fatto bollire per altri 15 minuti circa. A questo punto ho scolato con un mestolo forato sia la pasta che le verdure e ne ho messo una parte in una teglia.
Ho cosparso di parmigiano e formaggio tagliato a pezzetti abbastanza piccoli.
Ho continuato alternando gli ingredienti fino al loro esaurimento.

Infine ho fatto fondere il burro con la salvia lavata, asciugata e tagliata a striscioline sottili e l’ho versato sui pizzoccheri.
Ho terminato il piatto con una spolverata di pepe fresco.

Se volete un sapore più deciso fate scaldare il burro con l’aglio al posto della salvia.
Ho servito subito i pizzoccheri della Valtellina in piatti precedentemente riscaldati!