impresa.jpgFirenze: Le associazioni regionali Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti e CNA, hanno espresso sconcerto per la posizione assunta dal Presidente della Giunta Regionale Rossi pubblicata su un post.

Le associazioni toscane ritengono le frasi scritte ingiuriose nella sostanza, nei confronti di migliaia di imprese che stanno soffrendo e che cercano di reggere l’impatto di una crisi devastante. Ci stupisce l’aggressione alle spalle, perpetrata al di fuori di un ricco e vivace e positivo confronto che per mesi ci ha tenuto vicino e dialoganti ai tavoli di concertazione, da cui sono riusciti risultati di prim’ordine. A partire dall’impegno per il contenimento della pandemia, delle regole e della ripartenza in sicurezza. Così come abbiamo valutato positivamente, solo due giorni fa, le proposte avanzate dagli assessori Bugli e Ciuoffo.

La smania di protagonismo a volte fa brutti scherzi, e l’ideologismo deteriore non è mai un buon consigliere quando si devono affrontare i problemi delle imprese, delle persone e dei territori.
Respingiamo le accuse e invitiamo il Presidente della Regione a dismettere i panni dell’anti impresa, per recuperare quelli del dialogo che ci hanno fatto fare passi in avanti, collocandoci tra le regioni virtuose.  Risultato raggiunto da tutti e non dall’uomo solo al comando.