Stampa

Roberto Ricci Roberto Bardini Riccardo Guidati e Alessandro Casini di RRD insieme ad Andrea Fratoni presidente Gruppo Giovani Giovanni Mascagni Resp Delegazione Grosseto e una classe dell'Istituto Fossombroni.jpgL'intervento del presidente Pacini sul riconoscimento assegnato al brand di Ricci e Bardini.

Grosseto: Il Grifone d'oro assegnato a Rrd-Roberto Ricci Designs è «il giusto riconoscimento a un percorso appassionante fatto di impegno, creatività e innovazione.

E fa bene a tutta la Maremma». Il presidente della delegazione di Grosseto di Confindustria Toscana Sud, Francesco Pacini, commenta così la decisione della Pro Loco di Grosseto di attribuire il più prestigioso riconoscimento cittadino all'impresa di abbigliamento e attrezzature sportive legate al mare, nata negli anni Novanta a Grosseto e diventata nel tempo un brand di livello mondiale.

«La storia di questa impresa – dice Pacini – è la testimonianza concreta di come in provincia di Grosseto si possano sviluppare idee imprenditoriali capaci di avere successo in tutto il mondo. Roberto Ricci e Roberto Bardini, insieme con il loro socio Zelindo Guidati sono riusciti a costruire una grande impresa attorno ad un grande gruppo di persone. Un team dotato di competenze tecniche di prim'ordine che hanno consentito di affrontare e vincere molte delle sfide del mercato». Un successo che non riguarda soltanto il brand.

«Rrd è un marchio riconosciuto in Italia, in Europa e nel mondo – ricorda ancora Pacini – ed è in continua crescita, come testimonia l'appeal internazionale riscosso negli ultimi anni a Pitti, dove lo stand dell'azienda si è distinto in maniera assoluta nel panorama del comparto di riferimento. Una dimensione mondiale che non ha impedito a Rrd di mantenere le proprie radici a Grosseto, con il conseguente ritorno d'immagine per la nostra città. Anche perché i valori in cui il marchio si identifica sono gli stessi valori del territorio».

E la storia continua: «È estremamente apprezzabile il fatto che Ricci e Bardini continuino a credere nel nostro territorio – conferma il presidente Francesco Pacini – con un importante investimento nel sito produttivo della ex Mabro, contribuendo a valorizzare la città, e questo ci onora. Sono due persone che hanno saputo sognare rimanendo sempre con i piedi per terra, che hanno mantenuto l'amore per la propria terra e i valori dell'impegno e del sacrificio nel loro percorso di crescita.

Da parte di Confindustria un riconoscimento va anche alla Pro Loco: è importante valorizzare l'impresa e gli imprenditori, perché è anche grazie al loro impegno e a quello di tutti i loro collaboratori che il nostro territorio può guardare avanti e crescere. L'impresa crea lavoro, il lavoro produce redditi ed i redditi favoriscono i consumi e quindi ricchezza per le nostre città. Siamo orgogliosi di sostenere imprese come questa: in tutta la provincia ce ne sono molte che dobbiamo scoprire, valorizzare e sostenere perché fanno parte del patrimonio della nostra comunità».

Categoria: ECONOMIA & LAVORO
Visite: 225

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information