Stampa

grosseto comune duomo.jpgGrosseto: Si è svolto il primo tavolo del Mondo professionale, dove gli stakeholder hanno portato validi contributi, in termini di spunti di riflessione e proposte, pensando alla fase della ripresa dall’emergenza Covid-19.

Tra i temi affrontati (peraltro tutti condivisi dall’amministrazione comunale) è emersa l’esigenza, anzitutto, di accelerare gli iter procedurali e semplificare il percorso dei pareri e delle autorizzazioni, specialmente quando sarà possibile tornare alla normalità.

Un’altra proposta avanzata ha riguardato la proroga rispetto ai titoli abilitativi, nel settore edilizio e urbanistico, un aspetto già curato dall’ente che ha garantito massima apertura in questo senso anche per il futuro.

Non sono mancati riferimenti all’accelerazione del processo che porterà all’approvazione del Regolamento edilizio, che a breve approderà in Consiglio comunale, così come alla necessità di proseguire con il processo partecipativo per la redazione del nuovo Piano strutturale e del nuovo Piano operativo. In questo caso è di queste ultime ore la proroga del termine per le istanze di partecipazione della cittadinanza per portare un contributo di idee, fino al 27 maggio. Sono state inoltre chieste la riduzione degli oneri per le ristrutturazioni dei sottotetti.

L'amministrazione ha assicurato per tutto l'anno 2020 deroghe per quanto concerne l'applicazione dell'art. 8 bis del Riec relativo all'occupazione di suolo pubblico per bar e ristoranti, consentendo il raddoppio o la triplicazione dei metri quadrati al di là dei limiti attuali previsti di 80 mq, ove non in contrasto con altre norme imperative in materia.

La digitalizzazione delle pratiche e degli accessi ai servizi è stato un altro argomento sottolineato come essenziale per una ripresa che sia costruttiva ed efficace. Anche in questo caso il Comune ha garantito massima disponibilità potendo portare in dote la digitalizzazione degli atti già avviata da tempo, proprio nel settore Gestione del territorio.

Sono state, infine, avanzate proposte per il ricorso alle autocertificazioni, in casi particolari, per la riapertura delle attività stagionali, essendo molto vicina la stagione balneare e mancando il tempo per l’iter procedurale ordinario. Il tema che, quindi, è stato sottolineato con maggiore enfasi da tutti i partecipanti al tavolo e condiviso dalla stessa amministrazione è quello della semplificazione e della velocizzazione dei vari iter procedurali: una mini rivoluzione in termini di sburocratizzazione che potrebbe trovare nella nuova fase di ripresa post Covid-19 un buono spunto di riflessione per nuove modalità di approccio tra il privato e la pubblica amministrazione.

Categoria: ECONOMIA & LAVORO
Visite: 210

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information