sede_CNA_Grosseto.pngIn un documento consegnato alla seconda commissioni le richieste delle associazioni di categoria e dei sindaci: “Importante il rispetto delle leggi perché solo così si garantisce la giusta concorrenza e la sicurezza dei passeggeri”.

Grosseto: Un confronto positivo, per riflettere sulla legge regionale sul turismo che, nelle ultime settimane aveva creato preoccupazione nel mondo del trasporto professionale. Giudica così la Cna quello che si svolto venerdì nella commissione Turismo e sviluppo economico della Regione Toscana.

Non ci sarà nessuna preclusione – spiega Simone Pierozzi, portavoce dei tassisti per Cna Grosseto - da parte di tassisti e noleggiatori nei confronti di tour operator e agenzie di viaggio che si vogliono avvalere di mezzi di trasporto per integrare la propria attività principale Purché sia chiaro che chiunque voglia effettuare il trasporto persone lo faccia seguendo le leggi he lo regolano, ovvero con relativi requisiti professionali e licenze. Quanto disposto dalla legge 21 del 92, dal codice della strada e dalle altre norme di settore”.

E’ quanto è stata ribadito nel documento che associazioni di categoria e sindacati hanno presentato al consiglio regionale con l’obiettivo di disciplinare in modo corretto la materia garantendo standard di sicurezza adeguati. 


“Negli ultimi anni – continua Pierozzi - l’ambiguità di alcune norme ha contribuito al diffondersi dell’abusivismo nel settore e questo non è tollerabile, perché dà adito a una concorrenza sleale nel settore della mobilità e, soprattutto, rappresenta un pericolo per i passeggeri che si affidano a taxi e noleggio con conducenti non abilitati”.