lolini.jpgCastiglione della Pescaia: “Preoccupa la denuncia dell'Alleanza delle Cooperative italiane della Pesca che punta il dito sull'assenza di interventi per il settore nella Manovra 2020”.

Lo sostiene il deputato della Lega Mario Lolini, vicepresidente della Commissione Agricoltura della Camera. “L'Alleanza delle Cooperative – spiega Lolini-  punta il dito sulle assenze che pesano maggiormente, come le misure sociali e di sostegno del reddito, ma anche i tagli agli sgravi contributivi per le imprese del settore.

In pratica da un lato non ci sono misure in favore della pesca, dall'altro il Governo fa cassa attraverso questa”. Lolini guarda anche alle ripercussioni ed alle necessità che il comparto della pesca evidenzia. “Bisogna sviluppare il Made in Italy – sostiene il deputato leghista –  così come abbiamo fatto in agricoltura, anche se il nostro timore è che si compiano pericolosi passi indietro. Ritengo che siano anche giuste le misure di welfare richieste e gli incentivi per favorire il ricambio generazionale. La pesca è alla base dei nostri prodotti di eccellenza e di qualità, dunque non comprendo perché il Governo debba mettere il settore nel mirino”.

Lolini è preoccupato anche per l'economia locale della Maremma e del basso livornese. “Il comparto della pesca – sostiene- caratterizza una buona parte dell'economia del mare grossetana. Le azioni del Governo ci preoccupano molto e sono pronto a combattere una partita importante al fianco dei pescatori maremmani, piombinesi e dell'acipelago toscano i cui prodotti si caratterizzano per la qualità del pescato e che ritroviamo sui banchi dei supermercati o nei piatti dei ristoranti riscuotendo il gradimento del pubblico italiano ed internazionale”.

Nei giorni scorsi di questo tema se ne era parlato ad Orbetello. “In occasione della conferenza che si era svolta a margine di Gustatus – sostiene il segretario provinciale Andrea Ulmi- la Lega aveva posto l'attenzione sul problema temendo ripercussioni sull'economia della costa maremmana ed in particolare sulla Costa d'Argento. Puntualmente il Governo giallorosso ha dato corpo ai nostri timori”.