protesta lavoratori autogrill montepulciano.jpgMontepulciano. FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL e UILTUCS UIL hanno proclamato la prima giornata di sciopero dei dipendenti Autogrill di Montepulciano.

Lunedì 14 ottobre i lavoratori del punto vendita si asterranno dal lavoro ed effettueranno sia una protesta durante la mattina nelle aree di servizio lungo il tratto autostradale (in entrambe le direzioni), sia un presidio nel pomeriggio a Firenze durante l’incontro tra sindacati, azienda ed istituzioni convocato dalla Regione Toscana.

“Le motivazioni, come noto, sono la mancata riapertura dei locali a ponte dopo un anno dalla loro improvvisa chiusura senza spiegazione - ricordano le organizzazioni sindacali - ed il conseguente reimpiego dei lavoratori con orari di lavoro ridotti e costretti ad operare in container temporanei

“Autogrill Italia spa non fa nulla per permettere una sollecita e completa ripresa dell'attività lavorativa, - sottolineano FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL e UILTUCS UIL - dato che non ci risultano atti o progetti esecutivi depositati agli organi competenti, né per la ristrutturazione del ponte né tantomeno per eventuali nuovi locali ai lati. Tra l’altro tra pochi mesi i lavoratori saranno scoperti dagli ammortizzatori sociali e rischieremo molto seriamente delle problematiche occupazionali”.

“Non possiamo accettare che il gruppo Autogrill, primo operatore al mondo nei servizi di ristorazione per chi viaggia, - aggiungono i lavoratori - se ne freghi di noi, del nostro lavoro e della nostra dignità accampando scuse ulteriori per non presentare un progetto di ristrutturazione e di riapertura del punto vendita di Montepulciano. Chiediamo il rispetto degli impegni presi”.