FP CGIL: “Va rescisso prima della scadenza”.

Siena: In data 11 marzo 2019 il CdA di SEI Toscana ha deliberato all’unanimità di non rinnovare alla scadenza (31.12.2019) il contratto di affitto per i servizi della zona sud della provincia di Grosseto a CoopLat.

"Soddisfatti di questa decisione - si legge nella nota di FP CGIL -, visto che l’abbiamo contrastata fin dal primo momento, crediamo che le motivazioni che hanno portato a tale delibera abbiano i presupposti perché tale contratto venga rescisso anche prima della scadenza.

Da anni denunciamo che persistono gravi carenze e problemi mai risolti, finalmente riscontrati anche da SEI Toscana: dalla disorganizzazione del lavoro all’inefficienza nei servizi, dagli investimenti che non sono stati fatti agli accordi sindacali non rispettati.

Proprio per la mancata applicazione dell’accordo sindacale che prevedeva per il territorio di Grosseto ogni assunzione in capo a SEI Toscana, dal giorno 8 aprile i 16 dipendenti CoopLat passeranno alla nuova Holding CoopLat Ambiente.

A questo punto crediamo che ci voglia un ulteriore atto di coraggio da parte del gestore SEI Toscana affinché il contratto di affitto non arrivi alla naturale scadenza ma venga cessato in breve tempo, anche perché si riscontrano problematiche che ricadono sulla sicurezza del lavoro e dei lavoratori.

Chiediamo pertanto a SEI Toscana l’apertura di un tavolo di confronto con la RSU per la tutela del personale, la salvaguardia dei posti di lavoro, il rientro di tutti i distaccati CoopLat e il passaggio all’ente gestore dei dipendenti che nel frattempo hanno operato su quel territorio".