scarlino-energia-impianto-4.jpgFirenze: Il punto sulle iniziative all'azienda Scarlino Energia, alla luce della sentenza del Consiglio di Stato che ha fatto venire meno l'autorizzazione all'esercizio dell'impianto, è stato fatto oggi nel corso di una riunione convocata dal consigliere del presidente per il lavoro Gianfranco Simoncini presso il Centro per l'impiego di Livorno.

All'incontro hanno partecipato i rappresentanti dell'Azienda e le organizzazioni sindacali. L'azienda ha riconfermato la procedura di licenziamento per i 36 lavoratori: una valutazione da parte dei soci, per quanto riguarda le prospettive future, è in atto ma, al momento, non sembrano esserci alternative. Sulla procedura di licenziamento si terranno quanto prima riunioni dei tavoli preposti, sindacale e istituzionale.

Simoncini, raccogliendo la richiesta delle organizzazioni sindacali, ha preso l'impegno di promuovere un incontro con sindacati e Comuni del territorio (Scarlino e Follonica e gli altri eventualmente interessati) per verificare le iniziative da prendere per la ricollocazione dei lavoratori licenziati.

L'incontro è già stato fissato per mercoledì 20 marzo. Vi parteciperà anche Arti, l'agenzia regionale per l'impiego. Nell'occasione, la Regione presenterà il piano delle politiche attive per l'occupazione e gli strumenti di incentivo alla ricollocazione ad oggi disponibili, come pure l'azione di supporto nei confronti dei Comuni per le iniziative da intraprendere per favorire il reimpiego dei lavoratori.