Lavorare come tutor privato? Può essere non solamente un'esperienza gratificante sotto il profilo morale, quanto anche un buon vantaggio in termini economici.

Si tratta d’altronde di lavorare in completa autonomia, scegliendo quando lavorare, quanti studenti seguire, a quali tempi attendersi e tanto altro ancora.
Tuttavia, appare chiaro nessun lavoro sia facile da sviluppare e consolidare, e che dunque anche per diventare un tutor privato di successo bisogna pensare strategicamente al proprio lavoro.

Ma come fare? Di seguito trovate alcuni suggerimenti che vi aiuteranno ad espandere la propria base clienti e a consolidare la propria reputazione di tutor privato.

Create una presenza online

Il web è diventato uno sportello unico per tutti coloro che sono alla ricerca di qualsiasi cosa, compresa l'assunzione di un tutor. È per questo motivo che diviene fondamentale costruire una presenza online. Ma come?

Per cominciare, create un sito web gratuito su piattaforme come WordPress, per far sapere ai potenziali studenti chi siete e i servizi che offrite. Scrivete sul vostro sito alcuni post su argomenti che riguardano gli studenti e le materie che insegnate. Create poi un profilo online su Superprof, un portale che si occupa di facilitare l’incontro tra docenti privati e studenti, potendo così riservarsi la possibilità di raggiungere migliaia di potenziali studenti.

Non sottovalutate naturalmente la presenza su Facebook, un ottimo modo per far sapere alle persone presenti sul social network (e chi non lo è?) che offrite servizi di tutoraggio. Promuovete i vostri servizi con del marketing e richiedete ai genitori degli studenti di lasciare recensioni sul sito web, sulla pagina Facebook o sul profilo Superprof. Commenti positivi vi aiuteranno naturalmente ad attirare altri genitori alla ricerca di un tutor per i loro figli. Chiedete poi ai vostri amici e familiari di condividere la vostra pagina Facebook sui loro profili sui social media. Più like e condivisioni otterrete, più pubblicità riuscirete a condividere.

Non sottovalutate poi la possibilità di dedicare un po’ di attenzione alle tradizionali strategie di marketing. Realizzate biglietti da visita e distribuiteli alle persone che incontrate in occasione di eventi sociali e professionali. Quindi, visitate le scuole locali per verificare se potete pubblicare informazioni sui servizi di tutoraggio sulla loro bacheca.

Ancora, potrebbe essere utile quello di mescolare la possibilità di offrire lezioni online alle lezioni “faccia a faccia”. Potete dunque realizzare dei video – corsi, oppure organizzare delle vere e proprie sessioni online per gli studenti che sono distanti da voi ma vorrebbero comunque avvantaggiarsi della vostra consulenza.

Gestire le aspettative dei vostri clienti

Gli studenti vengono da voi per domandare aiuto e… questo è un dato di fatto! Tuttavia, ancora prima di iniziare con uno studente, è importante valutare quali siano le loro potenziali aspettative nei confronti delle lezioni private. In altri termini, è bene prepararsi a gestire ogni principale eventualità: stanno venendo da voi per ottenere aiuto con i compiti a casa, per migliorare la loro comprensione della materia, o per prepararsi a concorsi pubblici? Comprendere le aspettative dei vostri clienti è il primo passo per assicurarsi di ottenere i risultati attesi sia dagli studenti che dai loro genitori, nel caso in cui lo studente sia molto giovane. Ricordate che clienti soddisfatti significa passaparola positivi!

Personalizzare il proprio insegnamento in base alle esigenze dello studente

La maggior parte dei tutor insegna allo stesso modo a tutti gli studenti. Ma se davvero volete essere efficaci come tutor dovete adattare il vostro stile di insegnamento alle esigenze dello studente. Per esempio, alcuni studenti potrebbero aver bisogno di uno stile di insegnamento più esplicativo di altri. Inoltre, imparate a modulare le vostre lezioni in base alla fascia d'età degli studenti che state insegnando. I bambini più piccoli rispondono meglio quando si utilizzano metodi di insegnamento creativi e pratici.

Migliorare le vostre competenze

Una laurea e corsi in tutoraggio privato possono essere considerati come qualificazioni aggiuntive per un tutor, e aprire la possibilità di un lavoro come insegnante, se lo desiderate, in futuro. Non sottovalutate mai la necessità di acquisire nuove competenze e mantenersi sempre aggiornati per le sfide che verranno

Costruire la propria rete professionale

Lavorare come tutor privato può essere un'esperienza “solitaria”. D’altronde, passerete la maggior parte del vostro tempo a preparare le lezioni, a insegnare agli studenti e a fare marketing. Anche se venite coinvolti in questa routine quotidiana, non dimenticatevi mai di tenervi in contatto con ciò che sta accadendo nelle scuole e nei centri di educazione per studenti. Costruiste insomma la vostra rete professionale per includere insegnanti e altri tutor. Seguite cosa sta accadendo nelle scuole della vostra zona e informatevi su tutte le nuove tendenze educative.

Essere creativi sui prezzi

Tutti amano ottenere un accordo soddisfacente sui prezzi dei servizi, perché così facendo incoraggerete gli studenti a continuare con le vostre lezioni private. Potete ad esempio offrire uno sconto se i genitori o lo studente paga un tot di lezioni in anticipo.

Per esempio, potete valutare uno sconto del 15% se il genitore paga tre mesi di lezioni in anticipo. Generalmente essere flessibili sul fronte del prezzo paga sempre: ricordate che l’importante, per il vostro business, è quello di creare soddisfazione nella controparte, e fare in modo che sia sufficientemente fidelizzata da tornare da voi ogni volta che si manifestano delle esigenze di apprendimento. Per far ciò, val sicuramente la pena concedere qualche sconto sulle tariffe.

Non dimenticare metodi tradizionali di promozione

I buoni vecchi volantini o gli annunci sui giornali sono ancora funzionanti per creare una buona pubblicità a livello locale. Se dunque state prendendo di mira un determinato target, potete distribuire volantini nelle aree in cui si incontrano gli appartenenti a tale target. Potete anche distribuire volantini ai genitori che vengono a prendere i loro figli dopo la scuola.

Insomma, il tutoraggio, come qualsiasi altra attività commerciale, ha i suoi vantaggi e le sue sfide. Il mercato è altamente competitivo e può essere difficile ottenere un gran numero di studenti quando si inizia. Ma se si utilizzano questi consigli strategici… il percorso per diventare un tutor privato di successo sarà più facile!