Stampa

Grosseto: Si è tenuto il 22 novembre a Roma, il seminario di presentazione del trentatreesimo rapporto intitolato “I fondi immobiliari in Italia e all’estero”, organizzato da Scenari Immobiliari in collaborazione con Studio Casadei.

Secondo il report, i fondi operanti nel settore immobiliare hanno aumentato il loro peso nel mercato italiano anche nel 2018, tanto in termini di Net Asset Value (NAT: +10,4% rispetto al 2016), quanto a livello numerico: sono 420 i fondi attivi, per un patrimonio immobiliare netto pari a 58 miliardi (+8,4% rispetto a due anni fa).

Gli immobili che più interessano i fondi immobiliari sono gli uffici (che occupano il 64% del patrimonio immobiliare dei fondi stessi) e i locali commerciali, soprattutto nel nord Italia (61% del totale, concentrato principalmente nel nord-ovest del paese). Gli investitori esteri mostrano un costante interesse nei confronti del mercato italiano, anche se nel contesto europeo l’Italia rimane assai indietro rispetto a Germania e Francia: il net asset italiano incide sul totale europeo per l’8,69%, contro il 29,13% della sola Germania.

Secondo le previsioni prospettate dal report di Scenari Immobiliari, l’andamento positivo proseguirà anche nel 2019, con una variazione del NAT di 2,75 punti percentuali rispetto a quest’anno. Un mercato in crescita, sì, ma “con il freno a mano”, come è stato definito dal professor Cacciamani dell’Università di Parma, nel convegno che ha fatto seguito alla presentazione del report: le incertezze infatti rallentano i potenziali investitori esteri, in attesa che la situazione sia più chiara sul fronte politico ed economico in generale; un contesto non dissimile da quello dell’Inghilterra nel dopo-Brexit. Nonostante questo, comunque, gli operatori del settore immobiliare si dicono ottimisti: secondo un sondaggio realizzato da Sentiment Immobiliare e Fiups e citato nel corso del seminario, quasi l’80% degli operatori del settore ritiene che la situazione negli ultimi 12 mesi sia migliorata e più del 67% degli intervistati ritiene che nel prossimo anno l’andamento del mercato migliorerà ancora.

Luca Vitale, titolare di Tosco Intermedia e Property in The World commenta così gli atti del seminario: “Il report ha confermato il buon andamento del mercato immobiliare; è una situazione che ho avuto modo di osservare da vicino nel corso dell’attività della nostra agenzia, per cui realizziamo consulenze sulle rendite degli immobili su cui fondi italiani ed esteri desiderano investire. Stiamo trattando proprio in questo momento, per un importante fondo, la cessione di alberghi in importanti capoluoghi italiani. Oltretutto, per noi è stato importante partecipare ad un incontro cui erano presenti anche i maggiori fondi italiani e non, poiché ci permette di allargare il nostro bacino di utenza”.
















Categoria: ECONOMIA & LAVORO
Visite: 379

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information