consiglio regionale.pngFirenze: Nella foresta di Rincine sono stati consegnati presso il Centro di formazione forestale (CFFR) gli attestati di qualifica ai 15 partecipanti al corso di Istruttore forestale in abbattimento ed allestimento.

Alla cerimonia era presente la vicepresidente e assessora all’agroalimentare e alle foreste Stefania Saccardi che ha salutato i nuovi istruttori forestali che avranno il compito di gestire nel modo giusto il patrimonio forestale ed essere portatori di quelle norme di sicurezza che possono tutelare chi lavora in questo delicato settore.

“Due le finalità di avere operatori sempre più formati – ha detto Saccardi -: la prima riguarda la sicurezza, non dobbiamo dimenticare che il settore forestale è ancora quello che in Toscana presenta il maggior numero di infortuni. L’altro obiettivo è la valorizzazione della risorsa forestale nella maniera più corretta. Le figure professionali che escono da questo corso, frutto di un progetto ministeriale che interessa tutte le regioni italiane e la Toscana, capofila del gruppo Italia centrale, è la prima regione ad aver completato il percorso, rappresenteranno lo standard di riferimento per chi dovrà operare nel bosco. Uno standard alto e di qualità che è indispensabile – conclude Saccardi - perché sarà proprio chi esce da questo corso a formare a sua volta gli operatori e gli operai forestali che lavoreranno nei nostri boschi”.

Il corso, della durata di 280 ore, si è tenuto presso il CFFR nei mesi scorsi nell'ambito del progetto For.Italy (Formazione Forestale per l’Italia) finanziato dal MIPAAF, per l’area Centro Nord (Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Umbria). Lo stesso CFFR ha realizzato il corso anche per l’area Centro (Marche, Lazio, Abruzzo e Umbria) oltre che due cantieri dimostrativi tenutisi a Rincine (luglio) e Rieti (ottobre).

L’evento è stata occasione per parlare di formazione forestale e del progetto nazionale For.Italy (Formazione Forestale per l’Italia) che, per la prima volta, vede coinvolte tutte le regioni e province autonome nell’obiettivo di omogeneizzare il sistema formativo forestale nazionale. Presenti tra gli altri il responsabile del CFFR Toni Ventre, e la direttrice della Direzione Generale delle Foreste del MIPAAF, Alessandra Stefani.

“Il Centro di Formazione Forestale di Rincine dal 2004 è il fiore all’occhiello del nostro territorio - afferma il presidente dell’Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve Vito Maida -. Dal 2004 siamo uno dei punti di riferimento a livello nazionale sul fronte formativo, relativamente alle buone pratiche sulla sicurezza da seguire all’interno di un moderno cantiere forestale mettendo a disposizione istruttori e tecnici qualificati oltre ad una struttura specificatamente predisposta allo scopo”.