Antonio Mazzeo (2).jpgIl Presidente del Consiglio Regionale: Raccolto l’invito unanime del Consiglio Regionale per sostegno di tutta la regione alla corsa per Capitale della Cultura.

Firenze: “L’accordo siglato da Giunta regionale, Consiglio regionale e Comune di Volterra per sostenere e realizzare il progetto di 'Ri-Generazione' che sta alla base della candidatura a Capitale italiana della cultura è un fatto positivo che risponde positivamente alla proposta che, con voto unanime dell'aula, ha fatto di Volterra la candidatura di tutta la Toscana”. Così il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo.

“È importante che il grande lavoro preparatorio fatto dal sindaco Santi e dal comitato a sostegno della candidatura, trovi sostegno concreto da parte della Regione – continua il Mazzeo -, perché si tratta di un messaggio che va al di là di Volterra e del suo territorio e che si espande sia a livello regionale che nazionale. Sentire, e quindi sostenere, la corsa di Volterra come una questione regionale, significa infatti dimostrare che al di là dei nostri rispettivi campanilismi noi toscani siamo pronti, quando ve ne è bisogno, a fare squadra per costruire insieme un futuro migliore. Penso che questo sia il messaggio più importante che ci sta arrivando da Volterra e cioè la capacità e la volontà di utilizzare un patrimonio donatoci dal passato per costruirci sopra un futuro di ri-generazione sociale e culturale”.

Il Consiglio regionale lo scorso 25 novembre 2020 aveva infatti approvato una risoluzione, primo firmatario il presidente del Consiglio regionale Antonio Mazzeo, a cui avevano dato il proprio assenso tutti i capigruppo consiliari. In quel testo, approvato all’unanimità, si impegnava la Giunta regionale a mettere in atto tutte le possibili iniziative volte a sostenere, nell'ambito del processo di conferimento del titolo di "Capitale italiana della cultura 2022", il progetto "Volterra Rigenerazione umana". Perché tale candidatura di Volterra “rappresenta un'opportunità per l'intero territorio regionale anche nella prospettiva di costruire una risposta alle criticità messe in luce dall'emergenza socio sanitaria in Corso". Inoltre in quell’occasione il Consiglio regionale si impegnava anche "nel rispetto delle proprie competenze, a sostenere in tutte le forme opportune le iniziative sopra riportate, finalizzate a supportare la candidatura di Volterra a capitale italiana della cultura 2020"