Stampa

Lo prevede una proposta di legge di modifica del Testo unico del turismo, approvata a maggioranza in commissione Sviluppo economico.

Firenze: I corsi per guida turistica e i relativi esami di abilitazione sono ulteriormente sospesi fino al 31 dicembre 2020. Lo prevede una proposta di legge di modifica al Testo unico del sistema turistico regionale, che è stata licenziata dalla commissione Sviluppo economico, presieduta da Gianni Anselmi (Pd). L’atto è stato approvato a maggioranza, con i voti favorevoli del Pd e del M5S, mentre la Lega si è astenuta.

Il provvedimento apporta alcuni cambiamenti al Testo unico, in particolar modo per prorogare il termine di sospensione, in attesa della disciplina a livello statale relativa al profilo professionale di guida turistica, dei corsi e i relativi esami di abilitazione. Il termine precedente era fissato al 9 giugno 2019, ma, considerato che non è stato ancora individuato il percorso istituzionale per dare soluzione al problema della definizione della professione, si è ritenuto necessario prorogare tale termine al 31 dicembre 2020 e precisare che la sospensione riguarda anche gli esami di coloro che vi accedono direttamente con i titoli di studio previsti dal regolamento regionale. Resta fermo che si tratta di un termine massimo per cui se, prima della suddetta data, il profilo professionale di guida turistica fosse definito a livello nazionale, la Regione provvederà di conseguenza e si riattiveranno i corsi e gli esami.

Altre modifiche riguardano la cabina di regia del turismo: la norma viene riformulata in modo da contemplare tutte le associazioni che rappresentano le imprese del turismo, un’estensione alla rappresentanza delle professioni turistiche e l’aumento da quattro a sei dei membri designati in rappresentanza degli operatori del turismo. Infine si abroga la sanzione amministrativa per l’ipotesi di incompleta comunicazione delle locazioni turistiche, perché all’atto pratico, visto le procedure adottate, sono casi che non si verificano più, mentre rimangono le sanzioni in caso di omissione.

La proposta di legge passerà all’esame dell’aula nelle prossime settimane.

Categoria: DALLA REGIONE
Visite: 1543

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono gia' state impostate. Per saperne di pi sui cookie che utilizziamo, vedere le Informazioni sui Cookie.

  Accetto i cookie da questo sito.
EU Cookie Directive Module Information